Su j’è l’aptit... (Quando c’è l’appetito...) - vedi legenda

LEGENDA: ë=pronuncia come per la “eu” francese (es.: biciclëta); é=la “e” di méla; è=la “e” di sette; ó=la “o” di sotto; ò=la “o” di bòtta; ü=pronuncia alla francese (es.: tütt); š=la “s” di rosa
28.09.2020 18:00 di Ferruccio Reposi   Vedi letture
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
Su j’è l’aptit... (Quando c’è l’appetito...) - vedi legenda

Quond che t’hai ‘na fam da sunadur...

cula c’ut fa mangè da šgurdión

senti da luntòn, d’anròt, in bel udur

et t’at mongi doi o trei gol da cujon...!

Ma la parteia l’è stacia bela e j’hon curs fina mai

e si son nent rivà d’j’ater gol, sagrenti nenta... pasiensa;

duminica quenn, ai brütt pensier, t’hai daj in taj

onca suj fissa nenta né Eusepi e né Cušensa.

A savu šà c’la sta nenta a uardè la Pistoiese

ma coi Grigi uj la fava nenta e pó, taaaac!

In gol bel ‘me l’aragusta con la maionese

e t’pori nenta lamenteti... se pó ut riva šü ‘n t’el frac!

Ucci, ucci a sent udur ad Gregucci c’uj crea adrera:

"In’atra vòta av bagn ‘na turta con doj bej sgiafutón

si gnachi nenta l’aversari ‘me ‘na babòna panatera;

i devi nenta šgarè parigia, el pü beli ucašión!"

Lassa stè Angelo... per la prima vòta j’hon avì ‘n po’ d’patema

in’atra vòta i curu onca con la tuss e l’enfišéma!

Quando c’è l’appetito...

Quando hai una fame da suonatore/ quella che ti fa mangiare con l’imbuto/ senti da lontano un bel profumo d’agnolotti/ e ti mangi due o tre gol da coglione...!/

Ma la partita è stata bella e hanno corso sino a mai/ e se non sono arrivati altri gol, non preoccuparti... pazienza;/ domenica prossima, ai brutti pensieri, dai un taglio/ anche se non ci fossero né Eusepi, né Cosenza.

Sapevamo già che la Pistoiese non sta a guardare/ ma con i Grigi non ce la faceva e poi... taaaac!/ Un gol bello come l’aragosta con la maionese/ e non puoi lamentarti... se poi t’arriva giù nel frac!/

Ucci, ucci, sento odor di Gregucci che grida loro dietro:/ "Un’altra volta vi bagno una torta (modo di dire) con due begli schiaffoni/ se non schiacciate gli avversari come uno scarafaggio delle panetterie;/ non dovete sprecare così, le più belle occasioni!"/

Lascia perdere Angelo... per la prima volta hanno avuto un po’ di patema/ un’altra volta correranno anche con la tosse e l’enfisema!