Stavòta l’è propi griša dabon! (Stavolta è proprio grigia davvero!)

16.03.2021 12:52 di Ferruccio Reposi   Vedi letture
Stavòta l’è propi griša dabon! (Stavolta è proprio grigia davvero!)
GrigiOnLine.com
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com

Burénna & Michénna

Michénna - Me cara Burénna, stavòta l’è propi griša dabon! Pensa che l’Italia l’è quasi tüta russa menu che la situasion di Grigi c’l’è, nionca a fèl aposta, griša, onsi stònda a l’ültima partea, pütòst neira.

Burénna - A vigg che t’ei neira onca té... ma perché ‘me c’l’è andacia stavòta?

M. - Stavòta l’è stacia ‘me toncc ater vòti, ammachi che per piè di gol an cula manéra ed esi bon a feni nionca jën, ancontra a ‘na squadra c’lè vent poncc ‘drera nujtaer..! Onsi, adess is on pü vent, i son ammachi pü diset!

B. - Eh... at capiss... Perdi con di perdabali... Sensa ufeiša per antzën, neeeehhh!

M. - No, no, i perdabali i son nenta lur... a suma noi ! Stavòta i son andacc an doj tacà jën del Piacensa c’l’ava el balón e j’hon lasà in turista an meš a l’area che... taaac! Uj l’ha tracc ant’el frac!

B. - Alura el president l’ha sgarà di sold?

M. - Sens’ater. U na pià set an tütt, pü l’alenatur ma doj, Frediani e Mustacchio, jeru šà falà da l’inisi ad sicürr perché per avei giugà ammachi ‘na mešurëtta is son sübit sciapà cuccòša e adess, a rangej, uj ‘na va du temp. I moncu ammachi ót partej a la fén... quondi chi giogu ‘ncura? Uarda, ancó a son propi anvilinaja, pensonda che giuedì uj riva ‘l Renate che fina a doj o trej dì fa l’èra prima an clasifica!

B. - Alura a na vigherruma del beli!

M. - Eh... ošà ! U dipend chi c’u na vigrà del beli ! Se nujater o cui del Renate...

B. - Absogna vighi el bicer meš pén!

M. - Dòp tanc ani c’la va ‘nòn acsé a riess nionca pü a vighi né bicer, né buta,  at salüt me cara dòna!

B. - At salüt onca mé, speruma d’esi fortünà almenu cól vaccino perché... mah... l’è amnì pü periculus del virus...

Av salüt con la mascherenna, Ferry.

Burina & Michina (due comari, due popolane alessandrine)

Michina - Mia cara Burina, stavolta è proprio grigia davvero! Pensa che l’Italia è tutta rossa, tranne la situazione dei Grigi che è, manco a farlo apposta, grigia, anzi, dopo l’ultima partita, piutosto nera.

Burina - Vedo che sei nera anche tu... ma perché come è andata stavolta?

M. - Stavolta è stata come tante altre volte, solamente che, per prendere un gol in quella maniera e non essere capaci di farne nemmeno uno, contro una squadra che è venti punti dietro di noi..! Anzi, adesso non sono più venti, sono soltanto più diciassette!

B. - Eh... ti capisco... perdere con dei "perdaballe"... senza offesa per nessuno, neeeehh!

M. - No, no, i "perdaballe" non sono loro, siamo noi! Stavolta sono andati in due a contrastare uno del Piacenza che era in possesso del pallone e hanno lasciato un “turista” in mezzo all’area che... taaac! Glielo ha messo nel frac!

B. - Allora il presidente ha sprecato dei soldi?

M. - Senz’altro. Ne ha presi sette in tutto, più l’allenatore ma due, Frediani e Mustacchio erano già fallati all’inizio sicuramente perché per aver giocato solamente una mezz’oretta, si sono subito rotti qualche cosa e adesso, per ripararli, ne occorre di tempo! Mancano solamente otto partite alla fine... quando giocano ancora? Guarda, oggi, sono proprio arrabbiata, pensando che giovedì arriva il Renate che sino a due o tre giorni fa era primo in classifica!

B. - Allora ne vedremo delle belle!

M. - Eh... già. Dipende da chi ne vedrà delle belle! Se noi o quelli del Renate.

B. - Bisogna vedere il bicchiere mezzo pieno! 

M. - Dopo tanti anni che va avanti così, non riesco a vedere più né bicchiere, né bottiglia, ti saluto mia cara donna!

B. - Ti saluto anch’io, speriamo di essere fortunati almeno con il vaccino, perché... mah... è venuto più pericoloso del virus...

Vi saluto con la mascherina, Ferry.