L’è ‘na storia longa... (È una storia lunga...)

26.03.2019 09:00 di Ferruccio Reposi   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
L’è ‘na storia longa... (È una storia lunga...)

L’è ‘na storia c’la cmensa sinquant’ani fa, a Cüni, an piasa Galimberti. L’era el mé giürament ad fedeltà a la Patria: aj’era in alpén e a fava la naja. Cul dì, us mea nent veira, aj’era emusiunà dabón per vea d’la gent, ‘na mügia d’gent, c’l’era amnija a vighi la parata. L’era el meis d’agust, ‘na coud da sciupè e nujater alpén a spicè, au su, chi riveisu j’autorità. Cucdën, d’ogni tont, el cascava ‘me ‘n péi per el gròn coud. Mé a tniva dür e, tont c’a spiciava, u m’è passà per la ment i Grigi: "Chisà se in dì j’amnissu a giughè con ‘sta squadra... U sarreissa in bel derbi del Piemont!" T’hai vist? A son stacc cuntentà dop sinquant’ani. Però a son stacc cuntent perché, a uardè ben, el Cüni el duvreissa avei 44 ponc an clasifica e i Grigi i son a 33. Meno male che... mülta da ‘na part e mülta da ‘n’atra... us respira... con l’aria d’j’ater..! "Lo giuro!" ajavu crià an piassa Galimberti ma verament, a l’epuca, divu ‘na roba c’uj smjava ma l’auriva dì in atr’afari che... a poss nent scrivi ma i jeij capì benissim...

È una storia che inizia cinquant’anni fa, a Cuneo, in piazza Galimberti. Era il mio giuramento di fedeltà alla Patria: ero una alpino e facevo la naja. Quel giorno, non sembra vero, ero emozionato davvero a causa della gente, tantissima gente, che era venuta a vedere la parata. Era il mese d’agosto, un caldo da scoppiare e noi alpini ad aspettare, sotto il sole, che arrivassero le autorità. Qualcuno, ogni tanto, cadeva come una pera per il gran caldo. Io tenevo duro e, mentre aspettavo, mi sono passati per il capo i Grigi: "Chissà se un giorno verranno a giocare con questa squadra... Sarebbe un bel derby del Piemonte!"  Hai visto? Sono stato accontentato dopo cinquant’anni. Però sono stato contento perché, a ben vedere, il Cuneo dovrebbe avere 44 punti in classifica e i Grigi sono a 33. Meno male che... multa da una parte e multa dall’altra... si respira... con l’aria degli  altri..! "Lo giuro " avevamo urlato in piazza Galimberti ma veramente, a quei tempi, dicevamo una cosa che gli somigliava ma significava altra cosa che... non posso scrivere ma avete capito benissimo...