Alessandria-Robur Siena 1-1, la moviola

 di Federico Capra Twitter:   articolo letto 448 volte
Alessandria-Robur Siena 1-1, la moviola

Fare una moviola non è mai facile. Mille dubbi e interpretazioni ci assalgono ogni volta che proviamo a dare un giudizio sull'arbitro. Era fallo oppure no? Si trattava di rigore o era una simulazione? Il gol era regolare o viziato da un fuorigioco? Poi succedono partite come quella tra Alessandria e Robur Siena dove l'operato di Giovanni Nicoletti di Catanzaro è così lampante da lasciare pochi dubbi.

Il primo errore grave, anzi gravissimo, del fischietto calabrese arriva al 17' quando Iapichino colpisce con una gomitata al volto Nicco. Il direttore di gara non vede, meno di lui l'assistente. Sarebbe stato rosso diretto ma così non è scaldando gli animi. Al 21' viene ammonito Piccolo, per una trattenuta ai danni di Santini. Regolamento alla mano il giallo è giusto.

Il primo giallo per la Robur Siena arriva invece al 23'. Santini entra durissimo su Gatto: il contrasto dell'attaccante bianconero è da arancione ma il direttore di gara è clemente. Passano solo due minuti e Rondanini stende Sestu: anche qui l'arbitro estrae il giallo. 

Si passa al secondo tempo e con il giallo al 59' per Fissore costretto alla trattenuta per evitare una ripartenza dopo un errore sanguinoso di Gazzi. Al 69' Pane perde tempo e giustamente Nicoletti lo ammonisce. L'ultimo cartellino (alla fine ne sono stati estratti ben sei arriva al 92' all'indirizzo di Russini che ha protestato troppo veementemente nei confronti dell'arbitro.

VOTO ARBITRO 4: non vede la gomitata in faccia a Nicco di Iapichino. Poi spesso usa due pesi e due misure. Una volta pro Alessandria, una volta pro Robur Siena. Arbitraggio da dimenticare e non incotrare più.