Perugia, Massimiliano Alvini: “Poco da rimproverare ai miei”

27.09.2021 10:00 di Redazione GrigiOnLine   vedi letture
Massimiliano Alvini
Massimiliano Alvini
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Il Perugia non riesce a centrare la prima vittoria interna in campionato e pareggia per 1-1 con l’Alessandria. Questo il commento del tecnico degli umbri Massimiliano Alvini al termine dell’incontro.

Sicuramente l’episodio delle rimonte che subiamo si ripete e vogliamo migliorare. Oggi abbiamo preso gol da palla ferma perdendo una marcatura dopo aver trovato il vantaggio. Io leggo la partita come una grande prestazione del Perugia. Chi non ha giocato non stava bene. Punto. La squadra è sul pezzo e lavora con consapevolezza e le scelte sono state frutto di situazioni contingenti. Non è stata una bella partita, ma sporca. A livello tattico, a parte qualche tratto, abbiamo fatto noi la partita, ma ci è mancato un po’ il palleggio a centrocampo. Non mi è piaciuto il gesto tecnico rappresentato dalla velocità e dalle linee di passaggio. L’Alessandria ci ha lasciato spesso l’uscita su Sgarbi, e lui non ha fatto male anche se quello non è nelle sue corde. Ci è mancata una vittoria sporca, come accade tante volte in serie B, che ci avrebbe proiettato in alto. Ma ho poco da rimproverare sulla gestione tattica. Avrei firmato per regalare una vittoria ai tifosi, ma a volte non bastano idee e passione. Questo è un Perugia che sta lavorando forte. Dopo l’impresa di mercoledì scorso tutti avremmo voluto vincere. Cosa ho detto a Pisseri dopo il fischio finale? Era in mezzo a noi, l’ho abbracciato e gli ho detto di andare dai suoi per evitare inutili sanzioni, senza senso, sia per lui che per noi. Complimenti per la parata che ha fatto (il riferimento è all’intervento su Rosi al 93’, n.d.r.), è un buon portiere. Oggi comunque abbiamo ottenuto un punto che considero importante per la crescita della squadra, certo le aspettative di tutti, ma non mie, erano quelle di una vittoria”.