Monza, Giovanni Stroppa: “La squadra mi ha fornito sensazioni positive”

31.10.2021 16:00 di Redazione GrigiOnLine   vedi letture
Giovanni Stroppa
Giovanni Stroppa
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Domani il Monza riceverà la visita dell’Alessandria ed il tecnico biancorosso Giovanni Stroppa ha incontrato la stampa per presentare l’incontro.

Ci sono state partite ravvicinate ed alcune defezioni – ha esordito Stroppa riferendosi alla situazione fisica di alcuni elementi – fortunatamente non si tratta di infortuni gravi e già domani ne recupereremo almeno un paio, Ciurria e Valoti che sono nei convocati. Dany Mota e Mazzitelli, invece, torneranno a breve perchè non vogliamo forzare. Brescianini sembrava subìre un po’ la pressione di aver giocato con continuità all’inizio. L’ho lasciato riposare anche a livello di testa ma non ha fatto bene neanche a Vicenza. Ha fatto molto bene gli ultimi allenamenti e gli ho detto di giocare come sa. Non è detto che giochi domani, ci sono anche altre scelte. Sono molto soddisfatto della condizione psico-fisica della squadra e sicuramente troveremo il sostituto giusto per Mazzitelli. In attacco Vignato è una delle possibilità”.

Alessandria in crescita. “Si è ritrovata dopo un inizio non semplice. È una squadra che gioca in velocità, in verticale ed ha un’ottima identità. Tutte le partite sono difficili e devono essere affrontate con l’atteggiamento giusto. Noi abbiamo alzato il livello e credo che la squadra non deluderà sul piano caratteriale. Vedo segnali di crescita importanti. A Vicenza per lunghi tratti abbiamo fatto molto bene, anche se ci sono mancate le conclusioni. Dobbiamo voler chiudere le azioni, abbiamo giocatori che hanno le caratteristiche per farlo”.

Sono dispiaciuto – ha aggiunto il tecnico tornando alla gara di mercoledì scorso pareggiata con il Vicenza – quando vedi che tutto funziona è il risultato che fa fare il salto di qualità nella consapevolezza. Anche la squadra era delusa dopo la partita, hanno voglia di rifarsi e domani ne avranno la possibilità. Può anche succedere che non si vinca la partita, ma tutti i segnali sono positivi. Ho delle certezze fornite dai ragazzi. Ci alleniamo molto bene e stiamo crescendo nelle prestazioni. Mai, prima d’ora, ho avuto questa sensazione di positività. La classifica? L’ho fatta vedere ai ragazzi per far capire dove avremmo potuto essere con solo un paio di risultati diversi. La voglia di riprenderci quello che meritiamo deve essere la base per dimostrare a noi stessi, oltre che ai tifosi ed alla società, che meritiamo una classifica diverse. Pur con tutte le avversità del caso che non devono diventare un alibi”.