Carrarese, Simone Ciancio: “Giocheremo contro una squadra attrezzata”

08.01.2020 15:00 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Simone Ciancio
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
Simone Ciancio

Domenica prossima, in occasione della gara Alessandria-Carrarese, sarà certamente un attesissimo ex di turno. Parliamo di Simone Ciancio, difensore della formazione marmifera, che ha parlato ai microfoni di voceapuana.com.

Dobbiamo migliorare soltanto sul piano dei risultati - ha affermato tra le altre cose Ciancio - abbiamo lasciato diversi punti per strada e una squadra che vuole vincere non può permetterselo. Penso alle partite in casa contro Arezzo e Pianese, ad esempio, dove abbiamo buttato quattro punti pesanti, al pareggio di Gorgonzola contro la Giana Erminio e soprattutto alla sconfitta contro l’Albinoleffe. E’ vero che il calcio dà e toglie però, ripeto, questi sono punti che alla fine pesano. Carrarese in lotta per il secondo posto? Ci troviamo quinti a -5 dal Pontedera, che si trova lì nonostante molti inizialmente pensassero che avrebbe fatto diversi punti meno di noi. Parliamo di una squadra molto compatta con ottime individualità, tra cui un ottimo attaccante, De Cenco, che sta facendo molto bene. Per quanto riguarda il Renate, mi piace come gioca. Diana, l’allenatore, sa mettere molto bene i suoi in campo. Tuttavia le squadre che temo di più e che dobbiamo tener d’occhio sono Alessandria e Siena. In ogni caso, noi abbiamo tutte le possibilità di arrivare secondi. Abbiamo anche recuperato gli infortunati, che ci daranno una grossa mano. Tutto dipenderà da noi”.

La sosta ci è servita - ha concluso Ciancio parlando proprio del confronto in programma domenica prossima al ‘Moccagatta’ con calcio d’inizio alle 15 - finalmente abbiamo potuto staccare un po’ la spina e stare con le nostre famiglie. Il mister è un bel ‘martello pneumatico’, ma è giusto che sia così. Siamo rientrati con la voglia di riprenderci i punti persi, partendo da quelli contro la Pianese. Domenica andremo a giocare in un grande stadio contro una squadra attrezzata e costruita, come noi, per arrivare seconda. Direi che gli stimoli vengono da soli”.