Arezzo, Alessandro Dal Canto: “Importante essere tornati alla vittoria, per di più in trasferta”

09.04.2019 14:35 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Alessandro Dal Canto
Alessandro Dal Canto

L’Arezzo si impone per 3-2 ad Alessandria nel posticipo torna alla vittoria dopo un mese e mezzo. Al termine del match, in conferenza stampa, il tecnico amaranto Alessandro Dal Canto ha commentato così la gara.

Partita tra due squadre che non hanno lesinato cercando di superarsi a vicenda. D’altronde un brodino non serviva a nessuna delle due. Abbiamo incontrato una squadra che sta bene sotto tutti i punti di vista e ci ha messo in grave difficoltà a tratti. Sapevamo che sarebbero partiti forte, magari non così, ma faccio i complimenti ai miei giocatori che hanno ribaltato il risultato in trasferta, cosa che impreziosisce il risultato. Dopo il 3-1 abbiamo avuto una flessione, difetto che deriva anche dai tanti under schierati. Ma se vogliamo tentare di dire la nostra dobbiamo limare questi aspetti. Ribadisco, però, i complimenti ai miei giocatori, perché il 18 aprile ci presenteremo a Chiavari con 58 punti (nel prossimo turno gli amaranto incamereranno i 3 punti a tavolino con il Pro Piacenza, n.d.r.) e per come avevamo cominciato è una mezza opera d’arte, anche se non ci basta. Dobbiamo cercare di recuperare qualche posizione in ottica playoff”.

Il successo restituisce fiducia al tecnico in vista dei prossimi impegni. “Siamo sempre stati in palla, la flessione è stata solo nei risultati. Per esempio questa sera (ieri, n.d.r.) abbiamo concesso molto di più che contro Piacenza, Novara o Pro Patria. Magari ci è tornato indietro qualcosa, abbiamo subito due gol che sono tanti per le nostre abitudini. Il calcio vive di momenti, noi siamo rimasti sempre in posizioni di alta classifica grazie al fatto che non abbiamo mai perso due partite fila. Oggi abbiamo ottenuto la vittoria su un campo difficilissimo. Buglio? Ha rischiato di prendere il secondo giallo e sarebbe stato un problema. Oggi l’ho richiamato perché ha sbagliato un po’ del solito. Per noi la partita può andare dalla nostra parte sul piano tecnico dal momento che per caratteristiche non possiamo imporci sul piano fisico. Ma ho giocatori molto abili sul piano tecnico ed ho cercato di sposare l’abito migliore per loro”.