Roberto Ranieri, l'architetto di centrocampo

04.01.2018 10:22 di Federico Capra Twitter:    Vedi letture
© foto di Fabrizio Pozzi
Roberto Ranieri, l'architetto di centrocampo

Arrivato ad Alessandria nel mercato estivo, nell'ottica del progetto tecnico di Pasquale SensibileCristian Stellini, Roberto Ranieri doveva essere il regista che la passata stagione era mancato all'Alessandria. Un architetto di centrocampo capace di impostare l'azione e suggerire spunti offensivi ai suoi compagni.

IL PRIMO ANNO TRA I GRANDI. Nato a Treviglio il 29 aprile 1997, il giovane centrocampista cresciuto nel prolifico settore giovanile dell'Atalanta è alla sua seconda esperienza tra i grandi. Il suo esordio risale infatti alla passata stagione nelle fila del Cosenza. Con i calabresi il giocatore è stato per tutta la stagione il faro del centrocampo, collezionando la bellezza di 30 presenze in campionato, cinque durante i playoff di Lega Pro e una in Coppa Italia Tim.

CON I GRIGI. Un bagaglio importante condito anche da un totale di quattro assist, due cartellini gialli ma nessun gol. Fortuna diversa in maglia grigia dove in campionato è stato impiegato con il contagocce. Tanto che nel mercato di gennaio si prospetta un suo clamoroso cambio di maglia.