Conosciamoli meglio: Matteo Rubin, l’esperto in promozioni

10.09.2020 09:15 di Redazione GrigiOnLine   Vedi letture
Matteo Rubin
Matteo Rubin

Cresciuto nelle giovanili del Cittadella, fa il suo esordio in C1 nel 2005 sostituendo una vecchia conoscenza dei tifosi grigi, Alessio Sestu. Comincia così la carriera professionistica di Matteo Rubin, nato a Bassano del Grappa il 9 luglio 1987 ed arrivato in prestito all’Alessandria dalla Reggina in questa stagione.

Alto 1, 83 e con un peso forma di 75 kg, nasce come terzino sinistro, ma può essere impiegato come laterale sinistro in un modulo che prevede la difesa a tre ed il centrocampo a quattro oppure a cinque.

Dopo il Cittadella arriva l’esperienza con il Torino cui seguono quelle con Bologna e Parma, in prestito. Ad impreziosire il suo percorso agonistico anche tre presenze in Nazionale, una nell’Under 20 e due nell’Under 21. Proprio in Nazionale, nel 2007, subisce uno dei più gravi infortuni in carriera, la rottura dei legamenti del ginocchio sinistro. Nella stagione 2012/13 passa dai granata al Siena nell’ambito dell’operazione che porta Alessandro Gazzi, ora in forza all’Alessandria, al Torino. Nella stagione successiva ci sono nuovi prestiti alle due squadre di Verona, Hellas e Chievo, poi rimane svincolato per il fallimento del Siena. Nel 2014 riparte dal Modena, in serie B e, due anni dopo, passa al Foggia in Lega Pro. Con i satanelli conquista la sua prima promozione tra i cadetti nella stagione successiva. Dopo una breve esperienza ad Ascoli, nel 2019 viene ingaggiato dalla Reggina, formazione con la quale vince il suo secondo campionato di serie C ed ottiene la seconda promozione in carriera.

Scorrendo i numeri complessivi di Matteo Rubin notiamo 110 presenze in serie A (1 gol), 143 in serie B (2 gol), 74 in serie C (3 gol) e 18 presenze in Coppa Italia.