Perché lo striscione sui Vigili del Fuoco morti a Quargnento è stato rimosso

07.11.2019 17:35 di Federico Capra Twitter:    Vedi letture
Perché lo striscione sui Vigili del Fuoco morti a Quargnento è stato rimosso

Un minuto di raccoglimento prima del fischio d'inizio e il lutto al braccio. L'Alessandria calcistica rende omaggio ai tre Vigili del Fuoco morti durante il loro lavoro a causa di un'esplosione e conseguente crollo avvenuta in una cascina a Quargnento. Una fine terribile per quegli eroi moderni che ogni giorno rischiano la loro vita per aiutare gli altri. Tutto questo è avvenuto durante la gara di Coppa Italia di serie C tra Juventus U23 e Alessandria (leggi anche: Coppa Italia: Juventus U23-Alessandria 1-0, Han su rigore elimina i grigi).

Oltre a questo nella gradinata Nord, aperta per i tifosi dell'Alessandria nonostante i grigi giocassero in trasferta, sono stati esposti due striscioni per rendere onore ai tre pompieri caduti sul lavoro. Nel primo si poteva leggere "onore e rispetto ai nostri eroi" e al centro si trovava il logo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. A scatenare però la polemica è stato il secondo striscione che recitava: "VV.F la divisa che rispetto". Questo secondo cartellone, infatti è stato fatto rimuovere. 

Diverse sono state le ipotesi, tanto dei presenti quanto di chi ha visto in video o attraverso scatti fotografici la scena in cui un gruppo di steward rimuoveva lo striscione battibeccando anche con i pochi tifosi presenti in Gradinata Nord. Bisogna subito chiarire che né la società Juventus, che in quel momento era titolare della sicurezza e gestione dello stadio, né tantomeno l'Alessandria, che era squadra ospite in quella circostanza, hanno chiesto di levare quel lenzuolo con quelle cinque parole sopra. Secondo quanto appreso dalla redazione di GrigiOnLine.com l'ordine è partito dal responsabile della sicurezza pubblica.

Il cartellone, secondo una prima ipotesi, sarebbe stato ritenuto offensivo e polemico nei confronti di chi portava un'altra divisa. Inoltre ricordiamo che gli striscioni esposti devono essere approvati. Allo stesso tempo sulla carta devono venir rimossi tutti quelli non dichiarati.