Cristiano Scazzola: “Volevamo vincere. Fatto, ma si riparte da zero”

03.11.2019 10:00 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Cristiano Scazzola
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Cristiano Scazzola

Dopo cinque partite l’Alessandria torna alla vittoria e lo fa nel derby con il Novara (leggi anche Alessandria-Novara 1-0, il derby del Piemonte dice grigi). Cristiano Scazzola, tecnico dell’Alessandria, ha commentato così la gara in conferenza stampa.

Arrivavamo da una serie di cinque vittorie con zero gol subiti, poi abbiamo passato un periodo nel quale andavamo in vantaggio e, per una serie di ragioni, venivamo poi recuperati. Non dobbiamo dimenticare quello che ci siamo sempre detti, guardare partita per partita e la classifica la vedremo più avanti. Dopo le ultime cinque partite, a parte il black-out con l’Albinoleffe del quale abbiamo parlato, arrivare alla fine senza riuscire a raddoppiare ha portato ad avere qualche occasione per loro. Ma non può dire sempre male, siamo anche in credito per quello che abbiamo fatto. In queste 13 partite abbiamo ottenuto meno di quello che avremmo meritato per le prestazioni. Voglio fare i complimenti a tutti i giovani che hanno giocato oggi, abbiamo finito con 8 giovani ed un 2001 in campo. Non è semplice, ma ci tenevamo per la proprietà, per i tifosi. Volevamo vincerla, ce l’abbiamo fatta ma si riparte da zero sapendo che il percorso è ancora lungo e che recupereremo i giocatori che ci mancano. La nostra idea è quella di essere propositivi, ma dobbiamo migliorare ed essere più cinici. Abbiamo qualche giocatore un po’ stanco, in qualche ruolo siamo un po’ corti. Ma dobbiamo vivere partita per partita e non pensare più al periodo passato, quando ci rimontavamo, perché altrimenti si perde la lucidità e la tranquillità e viene un po’ di paura, anche inconsciamente”.

L’Alessandria, mercoledì prossimo, giocherà in Coppa Italia Serie C con la Juventus U23. “Abbiamo tanti giocatori e tanti giovani arriviamo da un periodo intenso ed abbiamo infortuni. Cambieremo abbastanza, ma non è detto che se gioca qualche giovane in più è un problema. Come del resto abbiamo fatto proprio a Novara, dove abbiamo anche fatto un’ottima partita”.