Cristiano Scazzola: “Per quanto fatto avremmo meritato di più”

02.12.2019 11:30 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Cristiano Scazzola
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Cristiano Scazzola

La Robur Siena si conferma squadra da trasferta (leggi anche Alessandria-Robur Siena 1-3, toscani corsari in terra mandrogna). Al termine del match, in conferenza stampa, il tecnico dei grigi Cristiano Scazzola si è espresso così.

Nel primo tempo non abbiamo fatto benissimo, la partita era equilibrata ma nel complesso era meglio il Siena. Sullo 0-0 abbiamo fallito un’occasione clamorosa con Celia mentre loro, pur senza avere particolari occasioni, fraseggiavano di più ed hanno segnato su calcio piazzato. Nella ripresa abbiamo giocato 35’ durante i quali non ricordo azioni del Siena, abbiamo pareggiato e segnato anche il 2-1 che dal campo sembrava valido (il riferimento è alla rete annullata ad Arrighini al 75’ per fuorigioco, n.d.r.). Purtroppo a 10’ dalla fine abbiamo preso un contropiede, ma penso che per quanto fatto nel secondo tempo avremmo meritato di più. Mercoledì abbiamo una partita (il recupero della gara con la Juventus U23, n.d.r.) da vincere per recuperare i punti che abbiamo perso”.

Alessandria che nelle ultime tre gare giocate ha segnato una sola rete incassandone cinque. “Il terzo gol di oggi è arrivato perchè eravamo tutti sbilanciati per recuperare, il primo è arrivato su palla inattiva. Sul secondo potevamo fare meglio, ma è stata una ripartenza dopo 35’ che attaccavamo. Poi ci sono state situazioni dubbie e, ripeto, per quanto fatto nelle secondo tempo meritavamo di più. Casarini? È entrato bene, ha fatto anche un gran tiro. Il suo recupero può essere una nota lieta”.

Alessandria che ha vinto solo una delle ultime nove gare giocate... “Ovviamente non era preventivato un periodo così, ma per quanto fatto sul campo ci aspettavamo di avere qualche punto in più. I punti in più non ci sono, un po’ per nostri demeriti, un po’  per sfortuna, quindi bisogna recuperare al più presto. Il campionato è lungo e la classifica è corta, serve qualche vittoria di fila per accorciarla ulteriormente”.

Qualche ammonito di troppo. “Quando entrano in campo i ragazzi sono sempre sul pezzo e vogliono vincere. Un arbitraggio come quello di oggi tende ad innervosire, ma non bisogna reagire. Il nervosismo sicuramente non aiuta ad uscire da questa situazione. Cosenza? Giocava con il naso già rotto, ora è ancora un po’ più rotto dopo una gomitata che ha preso nella loro area. Il naso rimane erotto, ma lui continuerà a giocare. Eusepi (uscito per crampi al 75’, n.d.r.) non è stato bene stanotte”.