Angelo Gregucci: “Potevamo gestire meglio il vantaggio”

19.10.2020 08:30 di Redazione GrigiOnLine   Vedi letture
Angelo Gregucci
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
Angelo Gregucci

Dopo il deludente pareggio dell'Alessandria a Gorgonzola (leggi anche Giana Erminio-Alessandria 1-1, grigi che non riescono più a vincere...) il tecnico dei grigi Angelo Gregucci ha commentato così in conferenza stampa.

Potevamo gestire meglio una fase importante della partita, quella del vantaggio. Aver concesso il gol del pareggio su una rimessa laterale a difesa schierata vuol dire che abbiamo commesso qualche errore. La partita è stata sbloccata in maniera meritata, la Giana Erminio ti viene sempre addosso ed avremmo dovuto gestire meglio anche la fase centrale del secondo tempo per poi fare un forcing finale un po’ più Incisivo. Invece abbiamo cominciato a buttare in avanti troppi palloni. Dobbiamo avere più lucidità anche se abbiamo avuto una giornata pesante – il tecnico si riferisce al rispetto dei protocolli sanitari dopo la positività al Covid-19 di Macchioni e Pisseri – ma questo non deve fornire alibi. Le squadre forti superano qualsiasi tipo di difficoltà, anche alzarsi alle cinque del mattino. Dobbiamo cercare di capire più in fretta le partite e non fare più regali, se la Giana avesse dovuto scoprirsi noi avremmo potuto chiudere la partita. Invece abbiamo preso gol allo scadere del primo tempo, siamo stati ingenui”.

A differenza di quanto accaduto lunedì scorso con il Novara, a Gorgonzola Gregucci ha esaurito i cambi a 20’ dal termine. “Innanzitutto volevo migliorare qualcosa e poi tra tre giorni saremo di nuovo in campo. La distribuzione del minutaggio deve essere oculata. Abbiamo assemblato la squadra ma non abbiamo avuto tempo per allenarla, e di tempo non ce ne sarà. Ma io credo di avere giocatori bravi. Volevamo allargare maggiormente il gioco per cercare di servire Eusepi dal fondo e per fare questo abbiamo inserito un esterno come Parodi. E alla fine ci siamo messi di nuovo con tre attaccanti”.

Andare al riposo in vantaggio sarebbe stato fondamentale – ha proseguito Gregucci – fosse accaduto anche l’avversario avrebbe interpretato diversamente la partita, concedendoci spazi. Ma le ingenuità in questa categoria si pagano care. Passo indietro rispetto alla prestazione con il Novara? Direi di sì, il campo non favoriva il fraseggio, l’avversario era molto chiuso ed avremmo dovuto giocare meglio con palla a terra. Quando poi ci siamo messi a fare lanci lunghi abbiano persino favorito chi doveva difendere in spazi stretti. Ripeto, i momenti chiave della partita sono stati la fase finale del primo tempo e quella centrale del secondo”.