Alessandria Calcio, lo spogliatoio virtuale durante la sosta (2)

28.03.2020 16:00 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Alessandria Calcio, lo spogliatoio virtuale durante la sosta (2)

- Continua -

Dopo quanto già riferito a proposito della particolare preparazione che stanno seguendo i giocatori dell’Alessandria durante l’emergenza coronavirus (leggi anche Alessandria Calcio, lo spogliatoio virtuale durante la sosta (1)), grazie a quanto riportato dai canali social gestiti dall’Ufficio Stampa del club grigio raccogliamo ulteriori impressioni dei preparatori atletici che fanno parte dello staff di mister Gregucci, e cioè Stefano Bortolan ed Alessandro Scaia.

"Questa modalità di comunicazione fa bene a tutti quanti, anche sotto il profilo psicologico - è il parere Bortolan - e vederci costantemente impegnati e coinvolti, tutti vestiti, particolare molto positivo, coi nostri colori sociali valorizza quel senso di gruppo e comunità che poi è l'idea fondante dello spogliatoio. E mostra il grande di responsabilità e professionalità che ispira tutta la rosa, dal più giovane al più esperto”.

Pur proponendo altri tipi di attività - ha poi proseguito Scaia - stiamo cercando di mantenere alta la concentrazione. Purtroppo, i tempi e le modalità di questa lunga sosta hanno interrotto un lavoro di crescita e di condivisione delle idee del mister che stava procedendo bene e avrebbe sicuramente portato a buone prestazioni e a una nuova consapevolezza da parte del gruppo”.

La sosta ha coinvolto ormai tutte le discipline e tutti i campionati, con uguali problemi e necessità. Ecco cosa succede negli altri club. "Il confronto con altre realtà fa parte della quotidianità del nostro operare - ha confermato Scaia - la sosta ha messo tutti allo stesso piano e ci fa confrontare con criticità identiche. Sta al nostro ‘estro’ trovare soluzioni nuove e praticabili, funzionali al momento”.

Il crossfit e certe sue esercitazioni - ha aggiunto Bortolan - ci sono venute in soccorso. Salti e balzelli, tipici e caratteristici proprio del crossfit, sono gesti che, rimodulati e ripensati per i calciatori, possono dare ottimi risultati e noi li abbiamo trovato soluzioni soddisfacenti".

Pausa lunga che modifica tempi e abitudini, senza contare l'interruzione della quotidianità del lavoro e il costante consumo calorico legato a prestazioni più intense, tra allenamenti e partita. Queste i suggerimenti per la dieta dei calciatori. "Con lo staff medico - ha confermato Scaia - abbiamo condiviso tabelle dietetiche legate a questa nuova situazione in cui è inevitabile ci sia un minor dispendio calorico. E' pur vero che siamo di fronte a un gruppo di grande livello professionale, per cui esiste, in ogni caso, massima consapevolezza e senso di responsabilità. Il contatto e il confronto sono costanti - ha concluso Bortolan - ci sentiamo costantemente, su ogni argomento anche perchè questo legame e questa interazione non ci fa perdere di vista quello che è il nostro obiettivo che è poi riprendere a giocare, per noi, per la società, per i nostri tifosi , per ritrovare quella normalità che in questi giorni ci manca tanto. La chat in cui scambiarci pareri e consigli ci aiuta e ci fa sentire ancor più gruppo. Sarà anche una sorta di "spogliatoio virtuale" ma siamo convinti che possa fare, anche così, la differenza...".