Michele Marcolini: “Abbiamo le idee chiare su cosa vogliamo fare in Coppa”

 di Fabrizio Pozzi  articolo letto 87 volte
Michele Marcolini
Michele Marcolini

Vigilia dei quarti di finale di Coppa Italia Serie C per l’Alessandria, che domani alle 19.30 ospiterà il Renate al ‘Moccagatta’. Michele Marcolini, nella conferenza stampa che abbiamo diffuso in diretta sulla nostra pagina Facebook dove è disponibile in versione integrale, ha presentato così l’impegno.

Di sicuro non faremo l’errore di considerare questa partita meno importante di una di campionato. Anzi sappiamo quante cose positive può portare andare avanti in coppa. Siamo consapevoli della qualità della squadra che andiamo ad incontrare che. Come nome forse non risalta troppo, ma sono diversi anni che è protagonista nel proprio girone e sa far crescere bene giovani interessanti. Se è vero che conosciamo le difficoltà che troveremo, è altrettanto vero che abbiamo le idee chiare su cosa vorremmo fare anche in coppa”.

Qualche problema a centrocampo, con Cazzola e Bellazzini non disponibili, limiterà il turn-over in questo reparto. “Forzatamente sì. Anche in una rosa numerosa possono esserci problemi in un reparto. Ma non mi posso lamentare, gli altri stanno bene e qualcuno dovrà fare più partite in una settimana. Nulla di strano”.

Un eventuale passaggio del turno in coppa non modificherà gli obiettivi. “Non è la nostra mentalità e non lo deve essere. Noi dobbiamo puntare ad ottenere il massimo in tutte le gare. È normale che ci siano dei cambi, ma non vengono fatti perché si sottovaluta o si dà meno importanza ad una partita piuttosto che ad un’altra. Ho sempre detto che, chiunque io scelga, scelgo bene ed anche chi ha giocato meno mi dà garanzie di assoluta qualità. Considero le caratteristiche dell’avversario e l’opportunità di permettere più o meno a tutti di mettersi in mostra e dare il proprio contributo”.

Non è detto che tutti i nuovi acquisti siano della partita di coppa. “Già prima di Arezzo l’ho detto. Per quanto riguarda Lovric e Blanchard, per esempio, praticamente non giocano da sei mesi e bisognerà valutare il momento giusto in cui inserirli. Lo stesso discorso vale per Kadi”.

Marcolini, poi, ha fatto il punto sugli infortunati. “Marconi lavora ancora a parte ed è una situazione che valutiamo di giorno in giorno, ma non è il caso di forzare. Cazzola procede benissimo nel suo recupero, anche lui sta lavorando già ad alta intensità e dopo la partita di coppa potrebbe già unirsi al gruppo. Se da metà settimana entrambi rientrassero in gruppo sarebbe un’ottima cosa. Piccolo, invece, tornerà dopo la squalifica”.