Mister Scazzola vuole rivoluzionare la difesa: ecco chi parte e chi resta

25.06.2019 15:45 di Federico Capra Twitter:    Vedi letture
Mister Scazzola vuole rivoluzionare la difesa: ecco chi parte e chi resta

Spesso si dice che i campionati li vincono le difese. Lo sa bene anche mister Scazzola che proprio dal pacchetto arretrato vorrebbe, insieme a Fabio Artico, ricostruire l'Alessandria. Che nella passata stagione è stata una delle peggiori difese del girone con 40 gol subiti: quattro in più del Cuneo retrocesso e come la Lucchese che quest'anno non si è iscritta al campionato. In più in via Bellini c'è la convinzione che gli attuali componenti della retroguardia non siano del tutto funzionali al modulo del tecnico ex Cuneo.

In questo senso si legge la cessione di un giovane come Fabio Delvino alla Virtus Francavilla (leggi anche: UFFICIALE: Delvino passa alla Virtus Francavilla). Oltre al terzino sono altri i giocatori con i bagagli in mano. Su tutti Agostinone. Il centrale, capace anche di fare il terzino, già questo inverno era stato sul punto di lasciare i grigi in direzione Foggia. Adesso la situazione pare completamente diversa visto che i rossoneri sono a rischio partecipazione in serie C e il suo profilo, vista l'età e le regole sugli under, è di difficile piazzamento in Lega Pro. Punto iterrogativo invece per quanto riguarda il futuro di Matteo Fissore. Il ragazzo (classe 1996) è rientrato dal prestito alla Sambenedettese, dove ha giocato un campionato da protagonista con 16 presenze e due gol, con la volontà di restare in grigio ma anche con il desiderio di essere impegnato con continuità. Il suo futuro è legato dai colloqui con mister Scazzola e col ds Artico. Certo di partire invece Erik Panizzi seguito da Reggina - solo in caso di ripescaggio - e Albinoleffe. 

Non si muoverà invece Giuseppe Prestia salvo offerte importanti. Il centrale è considerato dallo staff tecnico uno dei pilastri da cui ripartire. Potrebbe restare anche Giacomo Sciacca di rientro dall'Imolese dove è stato un punto fisso della retroguardia emiliana con 29 presenze di cui 21 da titolare. Kleto Gjura potrebbe lasciare i grigi per provare a cercare futuro altrove, anche se un giovane nel giro della nazionale albanese potrebbe essere valorizzato da un allenatore come Scazzola capace di dare nuova linfa e far maturare giocatori ancora un po' acerbi.