Emanuele Gatto, il 'pupillo' di Marcolini

06.01.2018 09:00 di Federico Capra Twitter:    Vedi letture
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
Emanuele Gatto, il 'pupillo' di Marcolini

Nato a Torino l'11 agosto 1994, Emanuele Gatto ha legato a doppio filo le sue fortune calcistiche con quelle dell'attuale tecnico dell'Alessandria Michele Marcolini. Un connubio nato nella stagione 2013/2014 quando il centrocampista dal Torino è passato in prestito al Lumezzane, squadra all'epoca allenata proprio dal nuovo mister grigio. E qui è stato chiamato subito a essere titolare collezionando ben 23 presenze e una rete. Niente male per chi veniva da una squadra Primavera, seppur prestigiosa come quella del Toro.

RITORNO DI FIAMMA. Nella stagione successiva, ancora in prestito al Lumezzane ma questa volta senza il mentore Marcolini, Gatto fatica a trovare spazio inanellando appena 11 presenze. Poi la parentesi al Cuneo e il ritorno alla corte di Marcolini che lo ha fortemente voluto per la stagione 2016/2017 al Santarcangelo. Qui ancora titolarissimo ha collezionato 26 presenze e tre reti.

L'ARRIVO IN MAGLIA GRIGIA. Nel frattempo il suo cartellino è passato dal Torino al Chievo Verona che a sua volta l'ha ceduto all'Alessandria. Con i grigi ha stipulato un biennale sino al 30 giugno 2019. Attualmente il suo valore di mercato si aggira intorno ai 250 mila euro.