Riflessioni... delle quali davvero non si sente il bisogno

02.05.2020 17:00 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Papini/Image Sport
Riflessioni... delle quali davvero non si sente il bisogno

E basta!

Le riflessioni che si moltiplicano in questi giorni a proposito del futuro del campionato di serie C, con l’ipotesi di promozioni almeno per le prime tre dei rispettivi gironi (Monza, Vicenza e Reggina, n.d.r.) a prescindere dall’eventuale conclusione del torneo, non sempre trova riscontro unanime.

Quello che più incuriosisce (e ferisce...) è che i detrattori di questa teoria, per avvalorare le proprie tesi, sono costretti a rigirare il coltello nella piaga dei tifosi grigi...

Sì, è proprio così. Non c’è giorno che un addetto ai lavori, un commentatore, un direttore sportivo o chiunque altro riporti alla memoria lo sciagurato epilogo del campionato 2016/17, quando l’Alessandria vide incredibilmente sfuggirsi di mano una promozione che sembrava ormai raggiunta.

La frase più gettonata, infatti e purtroppo, è... “Non si può decidere così... non ricordate l’Alessandria? Aveva 12 punti di vantaggio e non fu promossa!”.

Certo, è un dato di fatto innegabile. Ma, per favore, non gettate altro sale sulla ferita!

Davvero non ne abbiamo bisogno...