Prosegue la Sfida del Secolo! Aperto il sondaggio di GOL!

04.06.2020 09:00 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Prosegue la Sfida del Secolo! Aperto il sondaggio di GOL!

Procede la Sfida del Secolo ed altre due stagioni dell’Alessandria Calcio sono pronte a confrontarsi.

Come ormai noto (leggi anche Alessandria Calcio, tutti in campo per la Sfida del Secolo!) è in corso il nostro straordinario torneo virtuale che eleggerà la migliore stagione in 108 anni di storia dei grigi e ci apprestiamo a vivere insieme il settimo – e penultimo – degli ottavi di finale che vedrà una di fronte all’altra la stagione dell’Alessandria 1980/81 e quella 1927/28.

Il gioco è semplice, chi prende più voti passa il turno. A deciderlo sarete voi, nostri lettori, manifestando la vostra preferenza nel sondaggio che sarà attivo fino a sabato 6 giugno.

Per richiamare alla memoria le contendenti proponiamo le rispettive formazioni-tipo – basandoci sulle presenze dei calciatori – ed una breve descrizione di quanto accaduto in quell’anno.

Alessandria 1980/81 (Serie C2): Zanier, Fabris, Poli, Burroni, Soncini, Gaudenzi, Calisti, Maniscalco, Pasquali, Piccotti, Zerbio. Allenatore Dino Ballacci.

Da tre anni, ormai, la terza serie è divisa tra C1 e C2. I grigi, malamente retrocessi l’anno precedente, prendono parte alla C2. Sulla panchina è tornato Dino Ballacci ed è un rigore di Primo Pasquali all’89’ dell’ultima giornata di campionato a regalare la certezza del secondo posto utile per tornare in C1 alle spalle della Rhodense. La vera impresa, però, fu compiuta una settimana prima a Carrara, quando i grigi uscirono imbattuti dallo stadio dei Marmi’, mantenendo così il decisivo vantaggio di un punto sulla formazione allenata da Corrado Orrico.

Alessandria 1927/28 (Divisione Nazionale): Curti, Lauro, Costa, Avalle, Viviano, Bertolini, Cattaneo, Gandini, Banchero (I), Ferrari, Chierico. Allenatore Carlo Carcano.

Forse la migliore stagione nella storia calcistica dell’Alessandria, che al termine del campionato si classificò al terzo posto, con solo due punti di ritardo dal Torino campione d’Italia. E non poteva essere altrimenti, visto che la squadra era composta da campioni assoluti, uno su tutti Giovanni Ferrari, l’Asso della Cararola. Purtroppo tutto fu compromesso a causa di una strana sconfitta con il Casale, che poi arrivò ultimo nel girone finale.

Potete votare sul nostro sito e commentare sulla nostra pagina Facebook!!!

PER VOTARE IL SONDAGGIO ATTIVO SOLO DA DESKTOP CLICCA QUI