Per la prima dell'Alessandria Calcio mister Scazzola ha il dubbio modulo

21.08.2019 12:00 di Federico Capra Twitter:    Vedi letture
Per la prima dell'Alessandria Calcio mister Scazzola ha il dubbio modulo

Dubbi affollano la mente di mister Cristiano Scazzola a una manciata di giorni dall'esordio casalingo contro il Gozzano. A tenere sveglio la notte - almeno così pensiamo - il tecnico dell'Alessandria è il modulo da adottare. Durante la preparazione estiva, infatti, Scazzola era partito con un modulo ben preciso in testa: il 3-5-2 in parte adottato anche a Cuneo la passata stagione. Un modulo che permetteva, in fase di non possesso palla, di avere una maggior copertura dietro con l'abbassamento degli esterni (tutti terzini) sulla linea di difesa lasciando in mezzo al campo tre centrocampisti.

Tutto molto bene. Almeno sulla carta. Perché a questo modulo manca infatti un giocatore importante. Parliamo di quel regista che Artico ha inseguito - e forse lo sta facendo ancora adesso - per tutta l'estate. Prima era stato Castiglia e poi Altobelli. Nel tempo Scazzola, anche dopo la prestazione con il Monza che ha appurato ancora una volta l'utilità di Gazzi in copertura ma non in impostazione, ha adattato leggermente il suo credo tattico al materiale umano a disposizione. 

Ecco che il 3-5-2 lentamente si è evoluto in un 3-4-2-1 con Sartore e Chiarello alle spalle di un'unica punta di ruolo. A cambiare nelle strategie di mercato, se questo schema dovesse essere confermato nel tempo, sarebbe solo quello legato al pacchetto offensivo. Perché oltre all'italo-brasiliano e all'ex Giana Erminio ci sono solo giocatori adattabili alle esigenze di Scazzola. Tra questi non figura di certo Coralli, prima punta a tutti gli effetti che potrebbe alternarsi in corso della stagione con Eusepi (leggi anche: Alessandria Calcio, Coralli torna in gruppo?). Ben più utili Akammadu, che nel periodo preparatorio ha messo in mostra alcune lacune realizzative ma buone doti da seconda punta, e Pandolfi che nella sua ancor giovane carriera ha giocato anche sulla trequarti.

La palla ora passa ad Artico per un finale di mercato che - almeno secondo questo ragionamento - si annuncia scoppiettante.