Novara-Alessandria 0-1. Le pagelle dei grigi

14.04.2019 00:10 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Claudio Santini
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
Claudio Santini

L’Alessandria vince un altro derby (leggi anche Novara-Alessandria 0-1, il derby si tinge di grigio). Queste le nostre pagelle.

Cucchietti 6: si disimpegna con sufficiente sicurezza ogni volta che è chiamato in causa.

Prestia 6,5: la brutta notizia è che la sua stagione potrebbe essere già finita per l’infortunio muscolare rimediato. Molto bene fino a che è rimasto in campo, apprezzabile il suo spirito che lo ha portato a vivere la ripresa dalla panchina pur claudicante (dal 35’ Sbampato 5,5: entra a freddo e rischia l’autorete con un goffo tentativo, poi tenta di risalire la china agevolato dalla serata negativa degli attaccanti azzurri).

Gazzi 6,5: riacquista lucidità e capacità di lettura delle situazioni trascinando, così, i compagni alla vittoria.   

Agostinone 6: ritrova il campo dopo una prolungata assenza e si comporta con discreta disinvoltura (dal 66’ Badan 6,5: appena entrato è bravo a sfruttare le sue doti fisiche che gli permettono di servire l’assist per Santini).

Gemignani 6: presidia la fascia con dinamismo e riesce a non farsi sorprendere in fase di difesa.

Tentoni 6: rilevante, più che altro, il lavoro oscuro fatto per limitare le fonti di gioco avversarie (dal 81’ Checchin 6: entra nel momento cruciale del match e non commette errori).

Maltese 6: nell’interpretazione di mister Colombo è il play-maker dei grigi, ruolo che interpreta con tenacia.

Bellazzini 5,5: è evidente che fatica a sopportare impegni ravvicinati, al punto che anche su palla ferma non riesce mai ad essere pericoloso (dal 66’ Gerace 6,5: personalità e convincenti letture di gioco nonostante la giovane età).

Panizzi 6: contiene bene e prova a spingere. Probabilmente il ruolo di esterno gli si addice maggiormente.

De Luca 6: sempre presente quando è il momento di fare da sponda per i compagni, partecipa attivamente all’azione che decide il derby.

Santini 6,5: la sua prova si riassume con il guizzo che fulmina Di Gregorio (dal 81’ Akammadu 6: tiene impegnata la difesa di casa nel finale del match).