Moreno Longo: “Tante insidie, serve alzare il livello delle nostre prestazioni”

05.06.2021 08:30 di Redazione GrigiOnLine   Vedi letture
Moreno Longo
GrigiOnLine.com
Moreno Longo
© foto di Image Sport

Siamo nuovamente alla vigilia di una gara importante. Il ritmo, nella fase finale dei playoff, è incessante e domani l’Alessandria giocherà la gara di andata delle semifinali con l’Albinoleffe allo stadio ‘Città di Gorgonzola’. Il tecnico dei grigi Moreno Longo ha presentato così, in videoconferenza stampa, l’impegno.

Dopo il fischio d’inizio bisognerà pensare al calcio giocato. Non si dovrà prestare attenzione alle diffide (sono ben sette i diffidati in casa Alessandria, n.d.r.) che non dovranno condizionare. Diverso è fare falli importanti durante la gara e rischiare cartellini per atteggiamenti superficiali, che potranno pesare. Servirà spendere i cartellini dove faranno veramente la differenza. Bisognerà usare l’intelligenza, la formula di questi playoff con la squalifica dopo due gialli è molto esagerata. Non si può sbagliare niente, questo è il regolamento al quale dobbiamo adeguarci”.

Albinoleffe che segna sempre ed è, tatticamente, un po’ diverso rispetto alla regular season. “È una squadra molto organizzata che viene da due anni di lavoro con lo stesso allenatore. Arrivare a queste partite nelle loro condizioni è un vantaggio, la squadra riconosce le dinamiche richieste dall’allenatore. Inoltre il percorso fatto nei playoff credo abbia dato loro ulteriore autostima. Nella gara di campionato, al ritorno quando vincemmo, mi confrontai con Zaffaroni complimentandomi per il fatto che si tratta di una squadra che ha una forte identità. Ci sono molte insidie e dovremo essere bravi noi a rispettarla alzando il livello delle nostre prestazioni”.

Bruccini sarà assente per squalifica. “Sono sicuro che chi lo sostituirà è nelle condizioni di fare una grande gara. Le partite sono ravvicinate e non c’è molto tempo per stare sul campo, ma il piano gara c’è sempre e, a maggior ragione, ci sarà sia nelle scelte tattiche che nella valutazione del nostro stato di forma. Preferiremmo avere una settimana tipo a disposizione, sotto ogni punto di vista. Non dobbiamo sprecare energie ed adattarci, anche se solo le squadre di alto livello sono in grado di giocare ogni tre giorni. Ma l’aspetto positivo è che, dopo una partita, si può preparare la successiva con voglia ed energia che arrivano presto. E poi poter nuovamente giocare di fronte al pubblico incentiva la volontà di essere sempre in campo”.

Arrivati a questo punto non ci sono favoriti. “Nella Final Four ci sono le quattro squadre migliori e non si possono fare calcoli. L’Albinoleffe ha meritato di essere qui, arrivando con entusiasmo. ci conoscono, ma questo deve solo darci la possibilità di affrontare l’avversario con grandissimo rispetto. Dobbiamo essere convinti delle nostre qualità e farci trovare pronti credendo profondamente di poter fare qualcosa d’importante, lavorando duro per quel sogno che la nostra squadra insegue da tanto tempo”.

Tra le altre cose, soprattutto nei playoff, l’Albinoleffe ha spesso segnato nella fase finale di gara. “È una cosa che abbiamo notato, anche se le stati tristi che dicono che negli ultimi minuti di gara la percentuale di gol fatti e subìti è alta. A maggior ragione nei playoff, dove la stanchezza fa perdere lucidità. Comunque non è un caso”.

Scelte di formazione che non saranno condizionate dagli avversari. “Sapremo adattarci alle situazioni dell’Albinoleffe, dovremo essere pronti ad ovviare ad ogni scelta. Sceglieremo la formazione che, secondo noi, è la migliore per questa partita”.

Regolamento che cambia rispetto al turno precedente, senza vantaggi per l’Alessandria che, comunque, si è classificata al secondo posto al termine del campionato. “Prendo atto del regolamento. Non lo condivido dal punto di vista della meritocrazia, ho avuto la fortuna di fare anche i playoff di serie B e lì la terza classificata mantiene il vantaggio fino alla fine. Sarebbe una condizione da trasferire anche in serie C, a prescindere dalla nostra posizione di classifica. Questo vantaggio non c’è quindi dovremo fare meglio dell’Albinoleffe sotto l’aspetto del risultato e del gioco”.

Il recupero delle energie sarà fondamentale. “La squadra, a livello fisico, sta bene perchè ha lavorato molto intensamente nel lunghissimo mese senza partite. I ragazzi stanno facendo di tutto per curare ogni minimo dettaglio. Ci presenteremo dopo aver pienamente recuperato energie fisiche e mentali”.