Moreno Longo: “Sapevamo di dover vincere ad ogni costo”

02.03.2021 08:30 di Redazione GrigiOnLine   Vedi letture
Moreno Longo
GrigiOnLine.com
Moreno Longo
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

L’Alessandria torna alla vittoria grazie ad un rigore trasformato da Eusepi. Il tecnico dei grigi Moreno Longo ha incontrato i media dopo la gara con la Carrarese. Questa la sua analisi.

Abbiamo approcciato la gara nella maniera perfetta, abbiamo aggredito la Carrarese come l’avevamo preparata. Volevamo andare a prendere alti il loro inizio azione perchè sapevamo che è una squadra alla quale piace palleggiare. Non ci aspettavamo che venissero a giocare con il 3-4-3, ma i ragazzi sono stati bravissimi ad interpretare subito i cambiamenti. dopo i primi 20-25 minuti ha prevalso l’ansia di voler portare a casa ad ogni costo il risultato che per noi era molto importante. Sapevamo di dover vincere, anche in maniera sporca, venivamo da pareggi ed avevamo veramente voglia di fare i tre punti. In tutto ciò la frenesia della riconquista della palla ed il non voler rischiare abbia permesso alla Carrarese di fare partita che è la cosa che loro prediligono. Pur essendoci abbassati abbiamo concesso loro una sola vera occasione da gol sulla quale è stato bravissimo Pisseri. Per il resto la squadra ha tenuto bene il campo, con ordine, concedendo poco ad una squadra che ha tanta qualità sia nei primi undici che nei sostituti”.

Fase difensiva che, comunque, sta crescendo. “Sono molto soddisfatto, al di là del fatto che diverse volte la squadra non ha subìto gol. Mi è piaciuta l’attenzione con la quale si sta lavorando. Una squadra che vuole ambire ai piani alti della classifica deve avere tra le prerogative anche quella di non prendere gol. È un aspetto positivo, ora bisogna migliorare sul resto”.

Una delle sorprese è stata che l’Alessandria ha scelto di non costruire dal basso. “Era una situazione che avevamo preventivato per una questione di caratteristiche nostre ed abbiamo optato per questa scelta. Al contrario siamo invece andati ad aggredire la loro costruzione dal basso, cosa che nella prima fase di gara ci ha permesso di essere molto alti e creare quelle situazioni che hanno portato al rigore del vantaggio”.

Anche la condizione fisica sta migliorando, ma manca qualcosa sul piano del gioco. “Per quanto riguarda il gioco molto dipende anche dall’atteggiamento dell’avversario. La Carrarese ha scelto di venire uomo su uomo sui nostri tre difensori ed ha fatto parità numerica sui nostri quinti, di conseguenza è stata una partita fatta di coppie, dove dovevamo fare le scelte giuste. Nelle partite precedenti eravamo stati sempre noi a fare la gara e dobbiamo però migliorare il gioco sotto pressione”.

Bellodi non era in distinta. “Ha avuto una distrazione del collaterale dove aveva un infortunio pregresso, ma è una cosa molto lieve. Abbiamo preferito non rischiare e in questi giorni lo valuteremo per capire se potrà essere parte della trasferta di Livorno. Sicuramente sarà a disposizione con l’Albinoleffe. Mustacchio? Spero di averlo almeno a disposizione per Livorno. Vedremo con che minutaggio, ma dovremmo essere in dirittura d’arrivo”.