Moreno Longo: “L’aspetto emotivo la farà da padrone”

16.06.2021 08:30 di Redazione GrigiOnLine   vedi letture
Moreno Longo
GrigiOnLine.com
Moreno Longo
© foto di Image Sport

Ultima conferenza stampa pre-partita di questa stagione per Moreno Longo, tecnico dell’Alessandria. Domani alle 18 si giocherà al ‘Moccagatta’ si giocherà la gara di ritorno della Finale Playoff del campionato di serie C 2020/21. Si parte dallo 0-0 dell’andata, partita che, ovviamente, ha fornito indicazioni.

Ci sono state interpretazioni che faranno parte anche dei prossimi 90’. Servirà sicuramente il cuore ma anche tanto il cervello. Questo insegnamento dovremo portarcelo anche in questa gara”.

Qualche novità, con rientri importanti su ambo i fronti. “Lo spartito potrà cambiare, da loro rientrano giocatori e noi potremo fare cose diverse. Ogni partita ha una storia a sè, non solo nello svolgimento ma anche nella preparazione e nell’interpretazione. Così come noi abbiamo visto da vicino il Padova, altrettanto hanno fatto loro. Come al solito ci sarà una preparazione attenta da ambo le parti e si faranno scelte per vincere la gara“.

Sicuramente la parte tattica sarà importante – ha proseguito Longo – ma non sarà l’unica della partita, ci saranno componenti psicologiche e tecniche. Una gara è fatta da più aspetti tra cui quello tattico nel quale fare scelte in funzione di ciò che si verificherà durante la partita”.

Difficile fare previsioni. “Fantasticare oggi su quello che sarà non serve a molto. Ripeto, dovremo essere pronti a saper interpretare la partita, che significa capire quello che ti permette di fare l’avversario e contrapporti nel modo migliore. Aspetti più importanti che immaginare quello che potrà essere. A volte le partite si preparano in un modo e poi lo svolgimento è diverso. Noi dobbiamo essere pronti ad adattarci nel migliore dei modi”.

Condizione fisica che non è stata decisiva per alcuna delle due contendenti nella gara d’andata. “Le squadre si sono equivalse sul piano della condizione. Anche perchè a questo io lego molto l’aspetto mentale, che è determinante per far girare bene le gambe. L’aspetto emotivo farà da padrone, perciò dobbiamo pensare a noi stessi e lavorare con fiducia, entusiasmo e voglia, credendoci sempre dal primo all’ultimo minuto di questa gara. Il giorno in più, quando si arriva alla sesta partita in tre settimane, è utile per tutte e due le squadre. Ventiquattro ore di recupero indubbiamente servono, le sue squadre ne beneficeranno e, di conseguenza anche la partita stessa. Scelte di formazione in funzione di eventuali calci di rigore? Non si possono fare scelte pensando a quello che potrà essere. Bisogna cercare di mettere in campo la miglior formazione possibile per provare a vincere la partita nei 90’. Prenderemo in considerazione strada facendo tutto quello che verrà dopo”.

Gara decisiva al ‘Moccagatta’, davanti ai tifosi grigi. “La finale su 180’ è diversa proprio per questo motivo. Finalmente questa sarà una gara secca nella quale si parte alla pari e ci si giocherà la promozione. Avere i nostri tifosi sarà bellissimo ed un’oscura titolo in più. Mi aspetto grande calore da parte del nostro pubblico, noi metteremo sicuramente il massimo impegno per regalargli una grande gioia”.

Per la squadra grigia non ci sarà alcuna novità nel programma di avvicinamento alla partita. “Non cambieremo le nostre abitudini, faremo quello che abbiamo sempre fatto nelle gare di campionato. Non per scaramanzia, ma perchè crediamo sia la scelta che ci ha permesso di arrivare fino qui”.