Michele Marcolini: “Vogliamo essere ancora protagonisti”

13.05.2018 14:30 di Fabrizio Pozzi  articolo letto 624 volte
Michele Marcolini
© foto di Fabrizio Pozzi
Michele Marcolini

L’Alessandria, in attesa di conoscere l’avversario che incontrerà negli ottavi di finale dei playoff, prosegue la sua preparazione. Mister Michele Marcolini, come abbiamo documentato nel video che abbiamo diffuso in diretta sulla nostra pagina Facebook, questa mattina ha incontrato la stampa.

È stata una settimana un po’ particolare, senza la partita della domenica. Non abbiamo stravolto il lavoro e speriamo di aver staccato la testa nel modo giusto. Dopo l’allenamento di oggi faremo ancora un paio di giorni di pausa e poi ci dedicheremo a quello che sarà, anche perché con questo regolamento non sapremo nulla fino a mercoledì. Ma ci dobbiamo adattare, è così per tutte le squadre”.

L’Alessandria non conosce ancora il suo avversario. “Impossibile guardare tutte le partite, io ho visto l’Albinoleffe e mi interessava anche il Mestre, del quale mi avevano parlato molto bene. È presto per parlare delle squadre che potremo incontrare. Il Bassano ha fatto un risultato importante, contro i favori del pronostico, con il Renate e credo possa essere una mina vagante. Il girone B è quello che conosco meglio, ma anche nel girone meridionale ci sono squadre importanti, per esempio lo scontro tra gli ex allenatori dell’Alessandria, Braglia e D’Angelo. Da mercoledì a mezzogiorno io e Venturi cominceremo a vedere i video della nostra avversaria”.

L’aspetto logistico è importante – ha aggiunto il tecnico allargando il discorso agli aspetti organizzativi – trasferimenti e tutto il resto non sono aspetti da sottovalutare e che incidono sulle prestazioni. Noi abbiamo avuto l’esperienza della Coppa. Quando sarà il momento di decidere inevitabilmente ci saranno conseguenze sul nostro lavoro”.

La situazione degli infortunati. “Vannucchi è tornato in squadra ed oggi giocherà. Gatto e Gazzi ieri hanno corso insieme. Ovviamente il problema di Gatto è minore, ma anche Gazzi ha dimostrato di aver migliorato la sua condizione. Mi aguro che per domenica siano disponibili entrambi. Cazzola sta lavorando molto bene ed ho visto che sta facendo passi in avanti. È stato fermo tantissimo, bisogna andare con calma, per lui si parla di una riatletizzazione molto importante. A prescindere da questo il suo recupero sarà importante anche con pochi minuti. Un elemento come lui, poi, è importante anche nella preparazione della partita, nello spogliatoio. Spero si riunisca alla squadra il prima possibile, ma non voglio essere frainteso e non ci saranno forzature”.

Non c’è un solo avversario da evitare. “A questo punto il tipo di gioco è relativo, è importante come ci si arriva. Sinceramente non saprei, potrei dire il Bassano, ma non so se passerà il turno… chi arriva da una rincorsa magari è più stanco ma, mentalmente, è più leggero. La stessa Viterbese, o la Carrarese, per un motivo o per l’altro contro di noi avrebbero grandi stimoli. Anche se ai playoff non servono stimoli pregressi”.

Ad oggi non ci sono aggiornamenti – ha concluso Marcolini a proposito dei chiarimenti che dovrebbero arrivare dalla Lega a proposito della posizione dell’Alessandria nella griglia playoff – vedremo. Io non vedo l’ora di poter preparare concretamente la partita e basta, continuando a lavorare come abbiamo fatto. Dobbiamo presentarci ai playoff con la consapevolezza che sono difficili, ma sapendo che ci arriviamo abbastanza leggeri. Se è vero che l’Alessandria, per la sua storia, il suo seguito e la sua struttura, deve giocare per vincere, è altrettanto vero che ci arriviamo dopo una stagione che ci ha visto anche in grande difficoltà. La soddisfazione ce la siamo tolta e, quella, ormai è alle spalle. Vogliamo essere ancora protagonisti”.