Michael Agazzi: “Vittoria che da morale, ne avevamo bisogno”

 di Fabrizio Pozzi  articolo letto 41 volte
Michael Agazzi
© foto di Federico De Luca
Michael Agazzi

La vittoria con il Prato è arrivata al 94’, ma Michael Agazzi non ha mai smesso di crederci. “Per forza - ha affermato il portiere dell’Alessandria nel dopo partita - se penso a quanto lavoro sta facendo questa squadra sarei un folle a non crederci. Anche al 94’. Siamo in un momento di difficoltà e l’esperienza mi ha insegnato che le difficoltà non le superi in un giorno. Oggi ci prendiamo una cosa fantastica, una vittoria che da morale. Ne avevamo bisogno. E ci prendiamo anche delle certezze su alcune situazioni. Sono felice”.

Chi ha provato delle difficoltà nella vita sa che per uscirne bisogna aggrapparsi alle proprie certezze. Qualche volta ci vuole più tempo. Sarebbe stato un peccato non vincere - ha continuato Agazzi - ce l’abbiamo davvero messa tutta. Certo, ci sono cose che non sono andate bene, ma i tre punti di oggi sono una goduria”.

Secondo il portiere grigio, inoltre, non avrebbero dovuto esserci particolari timori. “La squadra non mi è sembrata impaurita. Quando abbiamo cercato la giocata abbaiamo anche creato presupposti che, nelle partite precedenti, non sempre avevamo creato. Per esempio con Bunino oppure un traversone di Celjak, anche se il loro portiere non ha dovuto fare grandi parate”.

Agazzi ha poi concluso parlando del rigore calciato da Bellomo e parato da Sarr “Io sono sempre a favore dei portieri, quindi è stato bravissimo il loro portiere”.