Mattia Mustacchio: “Per raggiungere gli obiettivi ci vuole professionalità”

18.01.2021 20:00 di Redazione GrigiOnLine   Vedi letture
Mattia Mustacchio
Mattia Mustacchio
© foto di Andrea Rosito

Penultimo acquisto dell’Alessandria nella sessione invernale di questo mercato che la sta vedendo protagonista - il suo ingaggio è stato ufficializzato venerdì scorso - Mattia Mustacchio ha incontrato i media in una videoconferenza durante la quale si è presentato.

Quello che mi ha convinto a venire qui è il progetto ambizioso, che era quello che io stavo cercando. Amo il mio lavoro, mi piace lavorare con professionalità e tutto questo mi ha portato qua ad Alessandria”.

Dopo aver ottenuto la promozione in serie A con il Crotone nella scorsa stagione, in questa stagione Mustacchio non ha trovato spazio agli ordini di mister Stroppa. “A livello mentale non mi cambia nulla - ha spiegato il giocatore che ha accettato di scendere di categoria - in tutti gli anni ho sempre cercato di fare bene, mi sono sempre posto obiettivi e cercato di raggiungerli. A parte le partite fatte tantissimi anni fa, la serie A è sempre stato un obiettivo, ci sono arrivato per una volta e mezza ma non ho avuto possibilità. Nella vita devono sempre esserci i sogni, anche se poi c’è la quotidianità, il campo. Per raggiungere gli obiettivi ci vuole professionalità”.

Mai impiegato in gare ufficiali in questa stagione, Mustacchio deve valutare il proprio grado di forma. “Sono sincero, non so dire quando potrò essere al top della condizione. Mi sono sempre allenato, ma sono consapevole di non avere la condizione atletica che hanno i compagni. A livello personale, però, sono abbastanza testardo e quando voglio ottenere una cosa do il 100%. sono a disposizione della squadra e di tutto lo staff per raggiungere il prima possibile la mia condizione migliore. Ma non so dare dei tempi, se li dessi sarei bugiardo. Ma posso garantire tutto il mio impegno, anche perchè ho tanta voglia di campo”.

Esterno offensivo, Mustacchio non disdegna altri ruoli d’attacco. “L’anno scorso ho avuto la possibilità di migliorare molto in fase difensiva da quinto e negli anni ho bene o male ricoperto tutti i ruoli di fascia. Mi piace l’uno contro uno, se parto da quinto vorrà dire che dovrò fare qualche metro in più per cercarmelo. Sono a completa disposizione dell’allenatore”.

Alessandria non era la sola ipotesi vagliata dal giocatore. “Ci sono state altre proposte, ma nel momento in cui il mio procuratore mi ha parlato dell’Alessandria non ho più avuto dubbi. Ho subito accettato, infatti l’incontro è stato molto semplice e veloce”.