Matteo Pisseri: “Felice di aver raggiunto la serie B con l’Alessandria”

23.11.2021 08:30 di Redazione GrigiOnLine   vedi letture
Matteo Pisseri
Matteo Pisseri
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com

Matteo Pisseri, portiere alla seconda stagione nell’Alessandria, è nato il 21 novembre 1991 ed ha appena festeggiato il suo trentesimo compleanno. Parte da qui l’intervista che l’estremo difensore, molto amato dai tifosi alessandrini, ha rilasciato ai microfoni dell’Ufficio Stampa dei grigi.

Siccome non sono sui social, ma so dei tanti che mi hanno fatto gli auguri, vorrei ringraziare per questa dimostrazione di affetto che, sinceramente, non mi attendevo e che mi ha fatto un enorme piacere”.

Trent’anni non sono certo un traguardo per un portiere ma un bilancio, professionale e di vita, ed è giusto farlo – ha aggiunto Pisseri – e il mio è un bilancio estremamente positivo; giocando, ho girato l’Italia, ho visto tante città e ho conosciuto tanta gente, con personalità e comportamenti differenti: sotto il profilo umano un arricchimento straordinario. Arrivo a questa età maturo, nella categoria in cui ho sempre sognato di giocare, forte di un’esperienza lunga, fatta di sacrifici, consapevole che il non aver mai mollato ha fatto la differenza. E sono contento, aggiunge, in modo particolare, perchè ho raggiunto questo obiettivo in una piazza ricca di tradizione e prestigio come quella di Alessandria che aspettava da tanto questo risultato e che, non a caso, ho scelto perchè volevo fosse l’autentico spartiacque della mia carriera”.

In effetti Pisseri è alla sua prima stagione tra i cadetti, una categoria particolare. “Imprevedibile, con valori altissimi e giocatori con colpi da serie A, in grado di risolvere da soli una partita con una giocata. Ma aggiungo che ai risultati si arriva anche col lavoro, il sacrificio e l’applicazione e noi siamo sulla buona strada”.

Il suo rapporto con la città di Alessandria è molto positivo. “La gente mi apprezza e questo mi rende felice della scelta che ho fatto. Il pezzo di storia che abbiamo scritto il 17 giugno non si cancella”.

In chiusura Pisseri ha parlato di Andrea Servili, vera e propria icona tra i portieri che hanno difeso la porta dell’Alessandria e preparatore dei portieri anche nello staff di mister Moreno Longo. “Andrea è un preparatore molto scrupoloso che nel suo lavoro ha portato competenza, mestiere e attaccamento ai colori. Lavorare con lui, significa questo ed è veramente una bella esperienza e, per me, uno stimolo costante, come uomo e come portiere”.