L’intervista al presidente dei grigi Luca Di Masi (prima parte)

"Non me la sento di chiedere ai medici sportivi quando potrà riprendere il campionato"
06.04.2020 21:30 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Luca Di Masi
Luca Di Masi

L’emergenza coronavirus purtroppo è ancora nel pieno della sua drammaticità. Per fare il punto della situazione in casa Alessandria la redazione del nostro portale www.grigionline.com ha raggiunto telefonicamente il presidente dei grigi Luca Di Masi, il quale ha rilasciato una lunga intervista.

 “Sono preoccupato per il futuro del Paese e anche per quello calcistico – ha esordito il massimo dirigente grigio – la situazione è davvero brutta. Le abitudini cambieranno, qualcuna in meglio magari, ma doverlo fare forzosamente non è il massimo. In questo momento, comunque, bisogna essere molto responsabili. E mi auguro che tutti lo siano, per evitare una seconda ondata di contagi. Probabilmente fino a Natale ci porteremo dietro qualche restrizione, il ritorno alla normalità potrà essere solo graduale. Dobbiamo vivere questa situazione come una guerra, sapendola gestire con i nostri comportamenti per vincerla”.

I medici della nostra società stanno quotidianamente lavorando in ospedale e non mi sento certo di chiedere loro quando potrà riprendere il campionato. In questa situazione, purtroppo, non c’è il mio solito ottimismo, anche se spero presto di poter parlare di futuro. Ora però ci sono persone, aziende, imprenditori in difficoltà ed il Governo dovrà operare delle scelte, permettendo almeno la ripresa delle attività economiche. Se il Paese non riparte non potremo vedere la luce”.

- Continua -