Giuseppe Prestia: “Mister Gregucci sta esaltando le nostre qualità”

28.02.2020 13:30 di Redazione GrigiOnLine   Vedi letture
Giuseppe Prestia
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
Giuseppe Prestia

Giuseppe Prestia, difensore dell’Alessandria, è intervenuto come ospite della trasmissione di Museo Grigio ‘L’Orso in diretta’ diffusa dalle frequenze di RVS. Il giocatore ha cominciato il suo intervento parlando di un campionato ancora una volta condizionato da fattori esterni ed interruzioni. “Se parliamo di risultati l’interruzione è arrivata in un momento sbagliato. Le due vittorie di fila ci avevano dato una spinta in più ma, vista la causa di forza maggiore cerchiamo di prendere questa sosta per cercare di lavorare nel modo giusto. E questo potrebbe essere anche un vantaggio per una squadra come la nostra che è in ripresa”.

Nell’ultima uscita i grigi hanno vinto, sul difficile terreno del ‘Mannucci’ di Pontedera, la seconda gara consecutiva. “Non era una partita facile da affrontare. Siamo stati un pizzico fortunati, ed anche un po’ bravi, a riuscire a portare a casa i tre punti. Sappiamo di essere sulla strada giusta e cerchiamo di lavorare ogni giorno per fare ciò che l’allenatore ci dice. Ora i frutti stanno cominciando ad arrivare”.

Saltato l’impegno infrasettimanale, la trasferta di Como, che sarà recuperato il 18 marzo. “Sapevamo di dover affrontare un’altra partita difficile, però avevamo ed abbiamo consapevolezza dei nostri mezzi e del fatto che se facciamo quello che ci dice il mister possiamo vincere tutte le partite”.

Sicuramente – ha proseguito Prestia a proposito del tecnico Gregucci – sta esaltando le nostre qualità. E sta lavorando sulla nostra consapevolezza. Per questo, e per ciò che ha fatto nella sua carriera, cerchiamo di seguirlo. Può insegnarci tanto. Il dato di fatto è che nelle partite precedenti, prima che arrivasse il mister, quando subivamo un gol c’era una sensazione di poterne prendere un altro da un momento all’altro. A tratti abbiamo superato la cosa, ma c’è ancora da lavorare. È soltanto una questione di testa. Il mister è stato un difensore e ci sta dando tante indicazioni come reparto difensivo. Stiamo lavorando tanto sulla linea, sull’aiuto reciproco e sull’aggressività, che sono cose che incidono molto sull’economia della partita”.

Eccome come vive l’emergenza coronavirus l’Alessandria. “Noi ci stiamo allenando come se domenica ci fosse la partita, alzando un po’ i carichi. Forse siamo stati mentalmente un po’ più liberi, ma siamo pronti a fare sul serio dalla prossima settimana. Ho saputo dei problemi che ha avuto il giocatore della Pianese, è giusto che siano adottate delle misure affinchè tutto rientri nella norma e si riprenda il campionato. Di sicuro non è una situazione facile. Così come è difficile decidere di fermare il campionato, ma proprio perchè la salute viene prima di tutto non importa se dovremo giocare ogni tre giorni”.