Giuseppe Agostinone: “Avanti così, con umiltà e fame”

08.10.2018 10:30 di Fabrizio Pozzi Twitter:   articolo letto 182 volte
Agostinone, al centro
Agostinone, al centro

Con una prova convincente ha contribuito al pareggio per 0-0 ottenuto dall’Alessandria all’Arena Garibaldi di Pisa, nonostante l’inferiorità numerica. Parliamo del difensore grigio Giuseppe Agostinone, intervenuto in conferenza stampa al termine del match. Queste le sue considerazioni, diffuse con un video dall’Ufficio stampa del club grigio.

 “Se ripenso all’ultimo quarto d’ora mi viene la pelle d’oca. Sia io che i miei compagni avevamo una cattiveria agonistica che andava oltre. Voglio fare i complimenti a loro, al mister che ha preparato bene la partita ed ai nostri tifosi, che sono venuti in tanti. Siamo una squadra giovane e tutta nuova ed ogni giorno cerchiamo di migliorarci per colmare il gap che può esserci tra noi e le squadre cha hanno investito molto. Siamo sì orgogliosi per questa partita, ma anche rammaricati. In 11 contro 11 avremmo potuto anche vincere”.

L’analisi del difensore passa anche per l’approccio della squadra. “Il nostro gioco parte dal portiere, perciò andiamo incontro a vicissitudini che, magari, fuori dal campo non si vedono. Dobbiamo giocare con grande personalità e può capitare di peccare con qualche errore individuale. Sappiamo di correre rischi, ma questa è l’idea di calcio del nostro allenatore. Sul piano atletico, inoltre, oggi anche in dieci abbiamo corso di più dei nostri avversari. Dobbiamo continuare così, con umiltà e fame”.

I grigi hanno chiuso in 10 per l’espulsione di Delvino. “Ho parlato con lui emi ha detto di aver toccato la palla. Io voglio credergli e fossimo rimasti 11 contro 11 la partita sarebbe stata ancora più bella e frizzante. Dispiace perdere un giocatore importante, soprattutto in prospettiva. Ma sono certo che chi giocherà al suo posto si farà trovare pronto”.