Gaetano D’Agostino: “Pretendo di più, per fare tre punti bisogna fare gol”

04.11.2018 11:00 di Fabrizio Pozzi Twitter:   articolo letto 70 volte
Gaetano D'Agostino
Gaetano D'Agostino

L’Alessandria ottiene il sesto pareggio in campionato. Lo 0-0 del ‘Melani’ di Pistoia conferma le difficoltà dei grigi a trovare la via della rete, come conferma il tecnico Gaetano D’Agostino al termine del match.

Per 70’ siamo riusciti ad arrivare nella loro area, ma non siamo stati incisivi. Ovvio che voi calcoliate i tiri e scriviate che la squadra non ha concretizzato. E su questo sono d’accordo – ha affermato il tecnico come si può evincere dal video diffuso dall’Ufficio Stampa del club piemontese – e per la per mole di gioco che produciamo dobbiamo essere più cattivi, cogliere il momento. Ci stiamo già lavorando e continueremo a farlo. Bisogna tirare in porta, e si parla dei nostri terminali offensivi. Pretendo di più da una squadra che gioca a calcio e propone e porta nella metà campo avversaria tanti uomini. L’unica regola per fare tre punti è fare gol. Mi prendo la responsabilità, comunque la squadra è equilibrata. Ma se pretendiamo di vincere i campionati o guardare solo a chi sta davanti, dico che abbiamo 16 under. Alcuni sono più pronti, oggi per esempio Gjura ha fatto una grandissima prestazione, Badan ha fatto un’onesta gara e Talamo, che non giocava dall’inizio dalla seconda di campionato, ha fatto una buonissima partita. Ma, per fare qul salto di qualità che ci avrebbe permesso di avere tre o quattro punti in più in classifica, è normale che da qualcuno pretenda un po’ di più. La squadra subisce poco, abbiamo consentito solo tiri da fuori ad una squadra come la Pistoiese che aveva un nuovo allenatore e ragazzi che ci tenevano a far bene per questo. E nell’ultimo quarto d’ora abbiamo sofferto un po’. Dobbiamo capire dove vogliamo arrivare. Il lato positivo è che abbiamo perso solo una volta, ma ci manca qualcosa per portare a casa i tre punti. Il rigore? Chi l’ha rivisto ha detto che non c’era e poi se penso ai rigori che non hanno dato a noi. Non faccio polemica, ma l’arbitro ha visto così”.

Panizzi, alle prese con un infortunio, non ha preso parte alla trasferta. “Da quello che ci siamo prefissati con il medico e con il ragazzo, da martedì dovrebbe tornare in gruppo. Abbiamo preferito non portarlo, ha un’infiammazione all’adduttore ed era inutile rischiarlo. Nel caso avevo Fissore, che si è sempre fatto trovare pronto”.