Francesco Giorno: “Quello che conta è l’obiettivo di squadra”

14.01.2021 21:00 di Redazione GrigiOnLine   Vedi letture
Francesco Giorno
Francesco Giorno
© foto di Giuseppe Scialla

Primo giorno da giocatore dell’Alessandria per... Francesco Giorno. Sembra un gioco di parole, ma di fatto è la videoconferenza stampa di presentazione del nuovo acquisto dei grigi, proveniente dal Monopoli, che ha siglato un contratto fino al 30 giugno 2023.

Sono molto contento - ha esordito il giocatore rispondendo alle domande dei giornalisti - di approdare in questa società importante e gloriosa. La trattativa? C’erano in ballo anche altre proposte, ma quando ho saputo dell’interessamento dell’Alessandria ho percepito l’apprezzamento del presidente e del direttore che mi volevano fortemente. Non ho esitato ad accettare, credo che l’Alessandria sia un club che merita altri palcoscenici. Per quanto riguarda la partita di sabato (i grigi saranno ospiti della Pro Patria e Giorno è nato a Busto Arsizio ed ha giocato con i bustocchi 56 partite, n.d.r.), dopo tanti anni tornerò allo ‘Speroni’ e sicuramente sarà emozionante.Ma vorrei dare una mano all’Alessandria a vincere la partita, conta solo quello”.

Giorno ha già affrontato l’Alessandria da avversario. “Ricordo molto bene le due partite che ho giocato con la maglia della Casertana (ottavi di finale dei playoff del campionato 2016/17, n.d.r.), eravamo una squadra giovane che aveva conquistato i playoff e giocavamo contro una corazzata. Al ritorno c’era una cornice di pubblico stupenda al ‘Moccagatta’”.

Centrocampista di qualità, Giorno si è descritto così dal punto di vista tecnico. “Prevalentemente sono un play davanti alla difesa, ruolo che ho ricoperto nell’ultimo anno e mezzo. Ma sono in grado di tirare fuori le mie caratteristiche anche in un centrocampo a due. Nel calcio moderno un centrocampista deve saper interpretare più ruoli ed entrambe le fasi. I moduli contano fino ad un certo punto, quello che conta davvero è l’atteggiamento che si ha in campo”.

In questa stagione ho sempre giocato - ha proseguito Giorno - e mi sono sempre allenato, posso dire di essere in un’ottima condizione. Nello spogliatoio ho trovato un gruppo di ragazzi seri e determinati, concentrati sul lavoro per centrare, tutti insieme, un obiettivo. Ho avuto un’ottima impressione anche del mister e del suo staff. Tra i compagni ho giocato con Bruccini, Frediani. Poi molti li ho affrontati da avversari e Giosa mi ha parlato molto bene del suo ex compagno Cosenza”.

Renate in fuga. Ecco quali sono le opportunità per l’Alessandria secondo il neoacquisto. “Le potenzialità della squadra sono sotto gli occhi di tutti e non le scopro certo io. Io arrivo con entusiasmo e fame, credo molto nel lavoro. Quando si riesce a dare tutto i valori di squadra inevitabilmente vengono fuori. 11 punti possono sembrare tanti, ma ho visto la serietà con la quale lavora la squadra per fare sì che il girone di ritorno sia un altro campionato. Concorrenza per il posto? Fa parte del calcio. In una squadra importante è una cosa che fa bene. Confrontarsi con giocatori forti, con importanti doti umane, non può che essere uno stimolo. Entro in questo gruppo in punta di piedi, ma farò il possibile per giocarmi le mie carte e dare una mano alla squadra. Sono a disposizione del mister e dei compagni, quello che conta è l’obiettivo di squadra”.