Francesco Cosenza: “Veniamo da settimane pesanti, siamo contenti”

17.02.2020 12:30 di Redazione GrigiOnLine   Vedi letture
Francesco 'Ciccio' Cosenza
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
Francesco 'Ciccio' Cosenza

Al termine del confronto tra Alessandria e Lecco (leggi anche Alessandria-Lecco 2-1, i grigi tornano a vincere con Cosenza e Celia) Francesco Cosenza si è presentato in sala stampa per commentare la gara. Quasi scontato che le prime risposte fossero riferite a domande sulla rete che sbloccato la partita, molto contestata dagli ospiti.

In queste situazioni bisogna subito esultare. Nel dubbio io me lo prendo, poi andiamo a vedere – ha esordito il popolare ‘Ciccio’ – mi spiace, quando non  la butti dentro poi rischi. Oggi abbiamo avuto tante occasioni, merito nostro. Si è visto un piglio diverso in una partita da portare a casa in ogni modo. Questa è una categoria che non ti permette di giocare bene, conta vincere i duelli, i contrasti. Sono contento di quello che si è visto oggi, questo è un gruppo che merita, che si va formando. E per formarsi servono anche i periodi difficili. Sono state settimane pesanti, perciò siamo contenti”.

Cosenza è poi tornato sulla decisione della squadra di cominciare la settimana appena trascorsa senza giorno di riposo, cioè allenandosi fin da lunedì scorso. “Bisognava dare un segnale generale. Noi siamo dei professionisti, questo finora non ci è stato contestato, ma bisogna rimboccarsi le maniche in silenzio. Abbiamo preferito fare così ed alla fine siamo stati premiati. Ma questo deve essere l’atteggiamento di sempre. Noi stiamo cercando di prendere ciò che il mister ci mette a disposizione, con il suo grande bagaglio di cultura sportiva. Ma tenevo anche a ringraziare mister Scazzola, perché se sono qui è grazie a lui ed al direttore sportivo. È la prima volta che ho occasione per parlarne e voglio dire che è stato un fallimento nostro. Ora ci siamo rimessi sotto e siamo contenti perché avevamo bisogno di questa vittoria. Non siamo stati bellissimi da vedere, ma non importa. Abbiamo accusato un po’ meno il gol subìto perché stiamo lavorando molto in settimana sulle uscite alte. Infatti abbiamo giocato spesso uno contro uno con l’obiettivo di recuperare palla più alta possibile.  e quando su cento duelli ne vinci novanta difficilmente perdi”.