Cristiano Scazzola: “Tre partite in una settimana, dovremo essere bravi...”

17.01.2020 16:00 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Cristiano Scazzola
Cristiano Scazzola

Alla vigilia dell’anticipo della 22^ giornata di campionato in programma domani allo stadio ‘Città di Meda” tra Renate ed Alessandria, il tecnico dei grigi Cristiano Scazzola ha presentato la partita in conferenza stampa cominciando a parlare dei nuovi volti.

Manca loro un po' di affiatamento con il nostro gruppo. Ma sono due giocatori che sono allenati e non avuto particolari infortuni e, transfer permettendo, domani saranno sicuramente della partita. Insieme al direttore abbia scelto i nuovi non solo per le qualità tecniche ma anche per quelle umane. Per quanto riguarda gli altri quasi tutti hanno recuperato, compreso M'Hamsi che ha avuto la febbre fino a ieri. Suljic oltre alla febbre ha preso anche una botta, non grave ma da valutare. Pensiamo che Eleuteri sia un ottimo giocatore giovane, e prenderà il posto di Cambiaso. Da inizio anno abbiamo fatto le coppie di esterni ‘under’. Di Quinzio, invece, porterà quella qualità che in quel ruolo forse mancavano. Rispetto all’andata abbiamo inserito un giocatore che ha caratteristiche che non avevamo”.

Non è detto che per forza si debba cambiare modulo. “Fin dall’inizio lo abbiamo interpretato anche in funzione dei giovani che avevamo a disposizione e perciò abbiamo intrapreso quella strada. Ma nello sviluppo di un modulo l’arrivo di un giocatore come Di Quinzio può permettere di variare soluzioni che prima non c’erano. A prescindere dal modulo, ma proprio per qualità. Nel girone d'andata, nonostante diverse defezioni, la solidità del gruppo è emersa. Qualità importante per arrivare in fondo è potersi giocare qualcosa d'importante”.

Con il Renate, terzo in classifica, è un vero e proprio scontro diretto in chiave playoff. “Indipendentemente dalle assenze (i difensori Anghileri e Baniya saranno squalificati, n.d.r.) troveremo una squadra forte, che ha fatto molto bene. Bisogna fare i complimenti alla società ed all’allenatore, è una squadra quadrata che ha perso solo tre partite. All’andata siamo riusciti a batterli, ma è una squadra con ottimi giocatori di categoria e buoni giovani e che ha dimostrato di meritare la classifica che ha”.

Dopo la gara di Meda, mercoledì prossimo, è in programma il recupero infrasettimanale della 20^ giornata non disputata a dicembre per lo sciopero proclamato dalla Lega Pro. “Queste tre partite in una settimana sono importanti, dovremo fare in fretta ad amalgamare il tutto, a recuperare la condizione di chi è stato fermo tanto. Ci aspetta un girone di ritorno molto lungo, ma già da domani bisogna cercare di fare una grande partita”.

L’arrivo di Di Quinzio, che ha firmato fino al 2022, rilancia le ambizioni dell'Alessandria anche in prospettiva. “Noi già da quest’anno dobbiamo fare tutto il possibile, come del resto stiamo cercando di fare provando a migliorare quello che non è andato bene nella prima parte del campionato. Sicuramente siamo partiti praticamente da zero, sono quasi tutti giocatori nuovi, ma penso che sia sotto gli occhi di tutti che ci sia una buona base, dei giovani che sono cresciuti e piano piano stiamo mettendo tasselli per alzare la qualità”.