Cristiano Scazzola: “Per vincere o per fare punti bisogna fare gol”

25.11.2019 08:30 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Cristiano Scazzola
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Cristiano Scazzola

Un’Alessandria più bella che fortunata esce immeritatamente sconfitta dal confronto con la capolista (leggi anche Monza-Alessandria 2-0, i grigi dominano il primo tempo ma poi vince il Monza). Al termine del match, in conferenza stampa, il tecnico dei grigi Cristiano Scazzola ha commentato così.

Sapendo le assenze che avevamo in determinati ruoli penso che i ragazzi abbiano fatto una grande prestazione, giocando a calcio. Riconosciamo i meriti degli avversari, sapevamo di giocare contro la squadra più forte. Nel primo tempo abbiamo avuto occasioni anche importanti, avremmo anche meritato il vantaggio ma non ci siamo riusciti. Un po’ la sfortuna, un po’ la bravura di Lamanna, un po’ qualche demerito nostro sotto porta. In apertura di secondo tempo abbiamo avuto un’altra occasione con Arrighini che non siamo riusciti a finalizzare. Poi abbiamo perso la marcatura su un calcio d’angolo e questo ha fatto la differenza, anche se abbiamo avuto qualche occasione, anche grossa, già sul 2-0. Dispiace, ma rimane ciò che i ragazzi hanno fatto oltre al rammarico per il risultato”.

Le sostituzioni operate dal tecnico hanno fatto un po’ discutere. “Abbiamo cambiato Celia perché ha spinto due o tre volte, ma poteva farlo molto di più, e dietro ha sofferto un pochettino concedendo qualche cross di troppo. Abbiamo inserito un giocatore (Cleur, n.d.r.) che in altre partite aveva determinato situazioni. Suljic, invece, dopo aver fatto una grande partita era stanco. Meglio finire con giocatori freschi, anche se magari non nel proprio ruolo. Avevo in mente anche la partita di Pistoia nella quale Suljic era arrivato appannato nel finale ed ha concesso un rigore. Certo avessimo avuto Gazzi e Casarini i cambi sarebbero stati diversi. Questa partita ci deve rendere consapevoli del fatto che possiamo solo crescere. Comunque abbiamo tenuto testa al Monza che, anche quando aveva pareggiato o perso in casa, aveva sempre dominato gli avversari. Dal punto di vista delle occasioni questa la gara nella quale ne ha dovute concedere di più. Noi siamo venuti qui per giocare la partita e non per  fare solo contropiede. Abbiamo creato, ma per vincere o per fare punti bisogna fare gol. Sui legni c’è stata un po’ di sfortuna, ma nelle altre occasioni avremmo dovuto essere più concreti. Casarini? Da martedì è in gruppo e per gradi rientrerà. Oggi poteva fare uno spezzone, ma non era il caso di rischiare sul 2-0”.