Cristiano Scazzola: “Partita importantissima, consapevoli delle difficoltà”

30.11.2019 14:30 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Cristiano Scazzola
© foto di Valeria Debbia
Cristiano Scazzola

Dopo l’immeritata sconfitta rimediata a Monza nel turno scorso l’Alessandria torna al ‘Moccagatta per ospitare la Robur Siena, formazione particolarmente temibile in trasferta. Alla vigilia del match, in conferenza stampa, il tecnico dei grigi Cristiano Scazzola comincia parlando del suo passato sulla panchina dei toscani. Abbiamo diffuso in diretta sulla nostra pagina Facebook, dove la conferenza stampa è disponibile in versione integrale, le parole del mister.

Quando è un po’ che si gioca e qualche anno che si allena ci può stare incontrare squadre nelle quali si è passati. La partita di domani – ha proseguito Scazzola – è molto importante. Lo sono tutte ma in questo caso a maggior ragione. Innanzitutto è la prima partita di tre in una settimana, affrontiamo una squadra in forma e temibile, ben costruita e ben allenata. Gioca un ottimo calcio, perciò sarà una gara complicata. Ne siamo consapevoli, perciò dobbiamo ripetere la prestazione di Monza, che è stata quasi perfetta. Casarini? È a disposizione, anche se non penso giocherà dall’inizio, si allena con noi da dieci giorni e da domani può essere utilizzato. La condizione è quella che è, ma uno spezzone sicuramente lo avrà. Parte alla pari con gli altri. Il resto del gruppo, a parte Gazzi e Prestia che per noi sono importantissimi, è a posto – ha affermato Scazzola lasciando indirettamente attendere che anche Cosenza, nonostante la botta al naso subìta in allenamento, sarà a disposizione – e quindi saremo quelli di domenica scorsa”.

Attacco a secco nelle ultime due gare giocate. “Se andiamo a vedere i numeri siamo uno dei migliori attacchi del campionato, non è facile lavorarci. Ma sarebbe peggio se di occasioni non ne creassimo. A maggior ragione i miglioramenti devono riguardare la concretezza e l’incisività in fase di realizzazione. Questo non riguarda solo gli attaccanti, ma tutti quelli che si trovano in quella zona di campo. In effetti stiamo raccogliendo poco rispetto a quello che creiamo”.

La Robur Siena, con sei vittorie ed un pareggio in trasferta, ha un rendimento esterno pari a quello del Monza. “I numeri dicono tutto e niente ma, come ho detto, la Robur Siena è stata costruita bene, ha buoni giovani, ruoli doppi. E se ha fatto quello che ha fatto, è stata l’unica ad aver vinto a Monza, questo ci deve far alzare l’attenzione e renderci consapevoli che quella di domani sarà una partita difficile, quindi servirà la miglior Alessandria”.