Cristiano Scazzola: “No alibi. Rispetto per gli avversari, ma dipende da noi”

07.12.2019 15:00 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Cristiano Scazzola
Cristiano Scazzola

A secco di vittorie da più di un mese, l’Alessandria si appresta a fare visita alla Pergolettese. Alla vigilia del match, in conferenza stampa, il tecnico dei grigi Cristiano Scazzola comincia parlando del brutto infortunio occorso a Cambiaso (leggi anche Cambiaso che botta, per lui stagione praticamente finita). Abbiamo diffuso in diretta sulla nostra pagina Facebook, dove la conferenza stampa è disponibile in versione integrale, le parole del mister.

Dispiace molto, è un ragazzo del 2000 che stava facendo un gran campionato. Purtroppo ha avuto un infortunio grave, è stato sfortunato ma gli siamo tutti vicini, dai compagni, allo staff ed alla società. Credo tornerà più forte di prima. Sicuramente aveva caratteristiche, grazie anche all’aiuto della squadra, che ci davano imprevedibilità e al momento non abbiamo altri con queste caratteristiche. Ma non dobbiamo piangerci addosso, troveremo altre soluzioni. Dobbiamo vivere il momento, tra l’altro domani non ci sarà neppure Gilli che ha avuto un problema ancora da valutare, ed andare avanti per la nostra strada. Abbiamo fiducia nei giocatori che ci sono e sono certo che anche domani andremo a fare una grande prestazione”.

Cosenza, leader in campo e fuori, dopo la partita di mercoledì ha parlato di squadra che ha bisogno di giocare con la mente più leggera (leggi anche Ciccio Cosenza: “Dobbiamo ritrovare spensieratezza. Cambiaso? Dispiace”). “Cosenza ha detto cose giuste – ha commentato Scazzola – noi siamo certi e consapevoli di essere un gruppo forte ed unito, che dall’inizio dell’anno ha dimostrato con giovani e meno giovani di avere un grande carattere. Spesso abbiamo fatto grandi prestazioni e grandi risultati. Ultimamente sono mancati i risultati, pur nell’emergenza che abbiamo avuto che, comunque, non deve essere un alibi. Ora abbiamo un mini-torneo – ha aggiunto il tecnico riferendosi alle tre gare che mancano da qui alla sosta invernale – nel quale dovremo raccogliere il più possibile. Sono convinto che abbiamo forza dentro, abbiamo una società attenta, un presidente che ci è vicino, un pubblico maturo che ci ha sempre sostenuto e stimolato dimostrando di apprezzare l’attaccamento alla maglia. Dopo queste tre partite avremo venti giorni per recuperare energie e ritrovare giocatori che oggi non ci sono”.

In chiusura il mister dei grigi ha parlato dell’avversario di domani. “Come ho sempre detto dobbiamo pensare a fare la prestazione. Oltre a quello c’è il risultato e la Pergolettese, anche quando non ha fatto punti, si è espressa bene. Ultimamente ha anche raccolto ed arriva da due vittorie ed un pareggio. Con grande rispetto per gli avversari ciò che conta è quello che faremo noi domani in campo”.