Cristiano Scazzola: “Col Como sarà un bel banco di prova...”

12.10.2019 15:00 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Cristiano Scazzola
Cristiano Scazzola

Dopo il successo in Coppa Italia Serie C di Novara l’Alessandria si rituffa sul campionato. Alla vigilia del confronto con il Como il tecnico dei grigi Cristiano Scazzola ha incontrato la stampa per presentare l’impegno. Abbiamo diffuso in diretta sulla nostra pagina Facebook, dove la conferenza stampa è disponibile in versione integrale, le parole del mister.

La vittoria in Coppa è stata ottima anche sotto il profilo dell’entusiasmo, sapevamo che il presidente ed i nostri tifosi ci tenevano, ottenuta schierando una formazione nella quale erano anche presenti elementi che avevano giocato poco o affatto. Passare il turno era il nostro obiettivo e lo abbiamo centrato. Da giovedì abbiamo cominciare alla gara con il Como, che sarà sicuramente difficile. All’inizio del campionato il Como, con Arezzo, Carrarese e Siena, era tra quelle papabili per giocarsi il campionato, sebbene il Monza fosse superiore a tutti. Dopo otto partite, per quanto fatto sul campo siamo passati davanti ad altre squadre, ma domani ci confronteremo con una squadra costruita per fare bene e che, insieme al Monza, non fa minutaggio. Sarà un bel banco di prova, anche se il campionato è ancora lungo, la partita sarà tosta ma ne siamo consapevoli e ci siamo preparati per questo”.

Il tecnico del Como Marco Banchini ha collaborato a più riprese con Scazzola e, sebbene domani non sarà in panchina (leggi anche Giudice Sportivo: le decisioni che riguardano l'Alessandria (09/10/2019)), è inevitabile che i due mister si conoscano bene. “Gli allenatori variano le idee sulla base della qualità ed alle caratteristiche dei giocatori che hanno a disposizione. Per esempio il Como cambia parecchio se ha Miracoli o Ganz davanti. Comunque il loro attacco è certamente uno dei più forti della categoria ma, come sanno benissimo i miei ragazzi, guardiamo poco gli altri e molto noi stessi”.

Domani sarà la Giornata Grigia (leggi anche Alessandria Calcio, Giornata Grigia con il Como), ma non servono appelli per i tifosi grigi in occasione di un match comunque molto sentito. “C’è nulla da sollecitare. Bisogna continuare a fare le partite che stiamo facendo che, come ci stanno dimostrando i tifosi stessi, sono quelle che creano entusiasmo. Per noi giocare in casa, e soprattutto sotto la nostra curva, è un’arma in più. Li sentiamo, ci danno una mano, ma tutto dipende da noi. Sappiamo bene quanto siano caldi i nostri tifosi, ma dobbiamo essere noi a meritarci il loro incitamento. Spesso si parla dei campi del Sud, ma anche là tutto dipende dagli interpreti che vanno sul campo”.