Corrado Barazzuti: “Ad Alessandria giocavo la domenica quando tutti seguivano i grigi”

12.07.2020 16:30 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
© foto di TV
Corrado Barazzuti: “Ad Alessandria giocavo la domenica quando tutti seguivano i grigi”

C’è un curioso particolare che lega Corrado Barazzuti all’Alessandria e ad Alessandria intesa come città. La carriera dell’attuale capitano non giocatore della selezione italiana di Coppa Davis ed ex tennista che ha raggiunto la top ten ATP, infatti, ha preso le mosse proprio da Alessandria.

A ricordarlo è proprio lo stesso Barazzuti in un’intervista rilasciata al portale tenniswebmagazine e ripresa dalla pagina facebook Visita Alessandria.

Queste le parole di Corrado Barazzuti.

Ho conosciuto questo gioco da bambino grazie ad un appassionato condomino di Alessandria, dove ci eravamo trasferiti da Udine per ragioni di lavoro di mio padre. Iniziammo in cortile tirando palline un po’ ovunque e piano piano ci rendemmo conto che quel gioco poteva avere un seguito. Io e un mio caro amico, diciamo l’amico del cuore, il poi direttore dell’Istituto Superiore di Formazione Roberto Lombardi, eravamo i più bravi. Da quel cortile siamo poi passati al TC Alessandria, anche perché il custode era amico di mio papà e ci permetteva di giocare quando la domenica il circolo era deserto perché tutte le attenzioni erano sulle partite dei grigi”.