Conferenza Stampa (prima parte) Luca Di Masi: “Soddisfatto di come sono andate le cose nelle prime dieci giornate di campionato”

15.11.2018 19:00 di Fabrizio Pozzi Twitter:   articolo letto 269 volte
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
Conferenza Stampa (prima parte) Luca Di Masi: “Soddisfatto di come sono andate le cose nelle prime dieci giornate di campionato”

Un’ora di conferenza stampa, che abbiamo diffuso in diretta sulla nostra pagina Facebook dove è disponibile in versione integrale, che Luca Di Masi ha utilizzato per ribadire i concetti già proposti ad inizio stagione.

Dopo la partita con la Carrarese sui giornali ho letto cose che non mi sono piaciute – ha esordito il presidente Di Masi – avevo spiegato chiaramente ad inizio stagione la mia idea che forse è il caso di ribadire ora. Non solo a livello di obiettivi, ma anche per quanto visto in campionato. Premesso che sono molto soddisfatto di come sono andate le cose finora, temo che qualcuno non abbia ancora metabolizzato il cambiamento. In particolare fra gli organi di stampa. Se si crea un’illusione si rischia di avere una delusione che non ha senso di essere. Il nostro obiettivo per quest’anno è la crescita sui nostri giovani e sul settore giovanile, dal quale cominciamo a trarre frutti. Ad inizio stagione, avendo cambiato tutto, c’era un punto interrogativo. Ma dopo dieci partite abbiamo dimostrato di poter stare in questo campionato, giocando con la giusta cattiveria agonistica ed esprimendo anche gioco. Noi non partiamo mai battuti, anche se è chiaro che ci saranno partite più difficili di altre, ci sono squadre costruite per vincere, altre per salvarsi. Ad inizio stagione ho parlato del fatto che saremmo potuti stare dal terzo al quattordicesimo posto, ora credo che l’obiettivo playoff possa essere ritenuto concreto e fattibile per quest’anno. Sono un ottimista e spero che la mia squadra possa sempre fare bene. Se il processo di crescita è questo, allora sono molto soddisfatto. Io mi emoziono ancora a vedere la maglia grigia che scende in campo e dobbiamo cercare di creare un ambiente nel quale sia possibile crescere. Per questo mi è spiaciuto leggere certe cose dopo la partita con la Carrarese, una squadra che punta al primo posto. Obiettivo che noi quest’anno non abbiamo. Io non ho illeso nessuno, ad inizio anno pensavo di essere stato chiaro ed ora siamo in linea con le aspettative iniziali. Posso comprendere chi non condivide un futuro fatto di sostenibilità”.

- continua -