Carpi-Alessandria 2-2, le pagelle dei grigi di Gregucci

10.07.2020 08:30 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Alex Valentini
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Alex Valentini

L’Alessandria si deve rammaricare dei propri errori che le costano l’eliminazione dai playoff, pur imbattuta  (leggi anche Playoff: Carpi-Alessandria 2-2, i grigi salutano i playoff). Queste le nostre pagelle.

Valentini 4: dopo un campionato di ottimo livello, il lungo stop gli ha evidentemente lasciato un po’ di ruggine e lo dimostra chiaramente. Non impeccabile sul primo gol di Biasci, la combina grossa, ma grossa davvero, in occasione del raddoppio degli emiliani.

Gonnelli 6: partecipa all’errata lettura di reparto che permette al Carpi di trovare il vantaggio sul finire del primo tempo. Per il resto è attento e abbastanza disinvolto.

Cosenza 6,5: guida la difesa con sufficiente autorità e non si lascia condizionare dall’ammonizione rimediata dopo una ventina di minuti.

Prestia 6: neanche un giro di lancette e già finisce sul taccuino di un direttore di gara fin troppo severo nell’occasione. Poi stravince il duello tutto muscolare con Vano.

Eleuteri 6: non sempre sfrutta a dovere il campo che ha disposizione, toccato duro nell’azione dalla quale scaturisce il secondo gol  biancorosso è costretto a lasciare il campo (dal 73’ Chiarello 5,5: entra nel momento peggiore dal punto di vista psicologico per i grigi e non riesce a trovare spunti vincenti negli oltre 20’ che ha disposizione).

Casarini 6: sente un po’ la pressione di giocare nello stadio della sua città natale ma non perde duelli né palloni importanti al cospetto di un centrocampo avversario molto dinamico, soprattutto nella prima frazione (dall’85’ Gazzi sv).

Suljic 7: recupera e distribuisce palloni, lega i reparti, talvolta esagera nel palleggio ma dimostra di essere uno dei più in palla.

Celia 6: meglio in proiezione offensiva, poco preciso quando prova ad assistere i compagni. Nel finale accusa la fatica.

Arrighini 6: non brillantissimo nella prima frazione, guadagna il rigore che restituisce speranze ai grigi e sembra ritrovare fiducia (dal 63’ Di Quinzio 5,5: non sfrutta al meglio l’occasione e non lascia il segno sulla gara).

Martignago 5,5: non incide e mister Gregucci lo sostituisce  in apertura di ripresa (dal 46’ Sartore 6,5: con il suo ingresso la manovra offensiva cambia passo, poi gli avversari gli provano a prendergli le misure).

Eusepi 7,5: quando riesce a farsi coinvolgere nella manovra tiene in apprensione tutta la retroguardia biancorossa da solo. Freddissimo dal dischetto per ben due volte nel giro di 4', costringe Nobile a salvarsi con l’aiuto della traversa.