Angelo Gregucci: “Trasferta a Cosenza? Noi siamo focalizzati su Pistoia…”

24.09.2020 08:00 di Redazione GrigiOnLine   Vedi letture
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
Angelo Gregucci: “Trasferta a Cosenza? Noi siamo focalizzati su Pistoia…”

L’Alessandria bagna l’esordio stagionale con una vittoria (leggi anche Coppa Italia: Alessandria-Sambenedettese 3-2, la cronaca del match) che le consente di accedere al secondo turno di Coppa Italia nel quale affronterà, mercoledì prossimo in trasferta, il Cosenza. Nel dopo partita, dopo aver incontrato per la prima volta il neo acquisto Blondett (il quale ha svolto una seduta di allenamento individuale al termine della gara), il tecnico dei grigi Angelo Gregucci ha riferito le proprie impressioni in videoconferenza con la stampa. Queste le sue parole.

Bisogna migliorare tanti aspetti. Siamo in un momento particolare, dobbiamo ultimare la preparazione e dare il tempo di inserirsi agli ultimi arrivi. La solidità di squadra deve salire di livello”.

Dobbiamo prendere un esterno a destra – ha proseguito il tecnico parlando della posizione nella quale Casarini si è ben sacrificato – senza dimenticare che Celia non è ancora pronto. E le corsie esterne per noi sono fondamentali. Comunque ho ringraziato più volte Casarini, così come Castellano che anch’egli ha giocato da esterno in altre gare”.

Le due reti incassate, però, fanno suonare un campanello d’allarme. “Nel calcio non bisogna mai stare tranquilli, bisogna lavorare molto per migliorare l’aspetto difensivo. Io sono sempre dell’idea che bisogna attaccare gli avversari più avanti, per esempio il gol preso nel recupero è stato un dispiacere per me. Ci siamo abbassati a gestire situazioni che non mi sono piaciute”.

Con l’incertezza sull’inizio del campionato, che dovrebbe partire domenica prossima sciopero permettendo, l’Alessandria ha la certezza che mercoledì prossimo sarà di scena al ‘San Vito-Marulla’ di Cosenza.

Non è il momento di pensare alla trasferta di Cosenza. Io sto già pensando alla partita di Pistoia perché tutti dobbiamo essere focalizzati su quella, che sarà una gara terribilmente difficile. Sciopero? Io di lavoro faccio l’allenatore e devo necessariamente preparare la partita di Pistoia, poi se interverranno cose che sono al di fuori del mio controllo me ne farò una ragione”.

Chiarello, tra i migliori in campo, ha dato una risposta alle ipotetiche voci di mercato. “A me non interessa il mercato, ma non penso che Chiarello abbia fatto una buona prestazione per quello. Lui ha sempre avuto la mia considerazione e se si allena con impegno può giocare dall’inizio o a partita in corso. È un ragazzo di qualità e non ha fatto bene solo oggi. Blondett? L’ho appena incontrato e l’ho fatto allenare, ma non posso dire altro”.

La duttilità di diversi elementi, e del modulo, è stato un punto di forza soprattutto finchè si è giocato undici contro undici. “Al di là di questo la mia visione di calcio prevede di andare a recuperare la palla più in alto possibile. Non contano i moduli o le posizioni in campo dei giocatori. Per me esistono giocatori bravi o non bravi, che sanno giocare a calcio ed interpretare, cosa che oggi è stata fatta abbastanza bene. Anche se, detto fuori da i denti, si poteva far meglio. Comunque bisogna contestualizzare anche quello che è successo nei mesi scorsi. Perciò oggi stiamo cercando di trovare la condizione perché per vincere in campionato bisogna correre. Perciò siamo alla ricerca di una condizione atletica molto performante”.