Angelo Gregucci: “Non ho avvertito segnali di pericolo durante la gara”

13.10.2020 08:30 di Redazione GrigiOnLine   Vedi letture
Angelo Gregucci
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
Angelo Gregucci

Al termine del derby con il Novara, chiuso con la seconda sconfitta consecutiva dall’Alessandria, il tecnico dei grigi Angelo Gregucci, nella conferenza post-partita ha proposto una chiave di lettura molto personale.

La partita non mi sembrava il pericolo - ha affermato Gregucci parlando degli esterni che hanno chiuso la gara in debito d’ossigeno - Mora era squalificato e sulla destra non c’era il sostituto naturale. Comunque non ho avuto la sensazione che noi fossimo a rischio. C’è stata una situazione tecnica sbagliata e abbiamo preso goal su un cross dopo aver fatto fare 50 metri ad in avversari che ha messo in fila tre dei nostri. Con un po’ di mestiere e un po’ di lucidità avremmo potuto fermare prima l’azione. Penso che la gara sia stata dominata da noi ed è anche difficile andare a spiegare questa partita. Non abbiamo avuto tantissimi tiri importa ma tantissime situazioni da rete. Casarini? Avevo deciso di dargli un turno di riposo, è uno di quelli che finora aveva giocato di più. Ma credo che i due ragazzi a metà campo abbiano fatto un’ottima partita. Corazza? Si è comportato bene e con un po’ più di lucidità avrebbe potuto essere più pericoloso. Sinceramente mi sento di elogiare tutti i miei ragazzi anche se poi abbiamo portato a casa zero punti. Ripeto noi abbiamo dominato la partita per larghissimi tratti. Non sono preoccupato, se faremo prestazioni così noi vinceremo le partite. Rispetto a Lecco ho visto tutta un’altra partita, la squadra ha giocato bene a calcio, ha riconosciuto quelle che sono le mie tematiche di calcio. Avessimo gestito meglio i minuti di recupero adesso staremmo parlando di un’altra partita, ma mi rendo conto che raccontare di una partita dominata e poi persa nel recupero lascia grande amarezza. Non abbiamo problemi di finalizzazione - ha proseguito il tecnico rispondendo alle domande dei giornalisti - c’è solo da lavorare un po’ meglio, cosa che non abbiamo avuto modo di fare, per mettere a posto qualche automatismo. Perché solo due sostituzioni? Ripeto, non ho mai avvertito segnali di grande pericolo. Forse Parodi era un po’ stanco, ma non avendo il sostituto naturale non ho intese sacrificare qualcuno neo minuti finali. Siamo passati da un’azione da gol per noi, nella quale abbiamo sbagliato il cross pur contando tre giocatori in zona di palla”.