Angelo Gregucci: “Dopo le vittorie si è abbassata la tensione”

12.11.2020 10:30 di Redazione GrigiOnLine   Vedi letture
Angelo Gregucci
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
Angelo Gregucci

Dopo la secca sconfitta che l’Alessandria ha incassato a Gorgonzola (leggi anche Albinoleffe-Alessandria 2-0, brutto passo indietro per i grigi), il tecnico dei grigi Angelo Gregucci ha commentato così nella consueta videoconferenza stampa post-partita.

Siamo mancati come presenza agonistica, ogni corpo a corpo lo vincevano gli avversari. Abbiamo preso un gol nel quale, nonostante fossimo in grande superiorità non siamo riusciti a contrapporci in maniera determinata. Ci sono stati una decina di palloni che sono passati dallo specchio di porta dell’Albinoleffe, ma in nessun caso abbiamo avuto la cattiveria per andare a spingere la palla dentro. In tre giorni c’è stata un’involuzione, l’Albinoleffe ci ha sovrastato. Si sono messi in trenta metri dietro la linea della palla, questo è un aspetto che noi dobbiamo migliorare, anche perché non è la prima volta che succede. Purtroppo la mancanza di determinazione ha deciso l’esito della gara. Non ci fanno bene queste gare ravvicinate, ma dobbiamo capire che in questo campionato non tutte le squadre ci affrontano sul piano del gioco, ce ne sono molte che ti obbligano alla battaglia”.

Le due sostituzioni prima di metà ripresa non hanno dato gli esiti sperati. “Abbiamo cercato di avanzare il nostro baricentro per mettere, appunto, più presenza in area sui palloni che arrivavano. Stjiepovic? Deve solo migliorare la sua condizione atletica. Non è che spostandolo un po’ più indietro o avanti sarebbero cambiate le cose. È un ragazzo di talento che deve far andare le gambe per trovare spunti vincenti, sa giocare a calcio. Ma oggi non bastava l’atteggiamento di uno, oggi era l’atteggiamento di tutta la squadra a non andare. Pur sapendo perfettamente come avrebbe interpretato la gara l’Albinoleffe, non abbiamo letto alcun tipo di situazione. Abbiamo preso il primo gol in maniera incredibile”.

Gregucci prova ad individuare le cause di tutto ciò. “Secondo me si è abbassata la tensione dopo aver vinto alcune partite. Non siamo venuti qui con i comportamenti giusti. Bisogna lavorare molto con i ragazzi, questo è un campionato dove partite come questa sono frequenti. Se c’è una squadra che ti aspetta negli ultimi trenta metri dobbiamo essere diversi per atteggiamento e determinazione”.

Ora l’Alessandria deve già proiettarsi sulla gara con il Piacenza in programma domenica prossima al ‘Moccagatta’. “Abbiamo due o tre giorni per migliorare i nostri atteggiamenti ed i nostri comportamenti. Con avversari di questo tipo finora abbiamo sempre fatto fatica. La difesa? Ho fiducia nel mio reparto difensivo e sono convinto che risolveremo i problemi con il lavoro”.