Angelo Gregucci: “Bisogna migliorare qualche situazione, è evidente”

17.01.2021 08:30 di Redazione GrigiOnLine   Vedi letture
Angelo Gregucci
Angelo Gregucci
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com

L’Alessandria non punge e chiude a reti inviolate l’incontro con la Pro Patria (leggi anche Pro Patria-Alessandria 0-0, grigi con poche idee e mai pericolosi). Questo il commento alla gara di Angelo Gregucci, tecnico dei grigi.

Dobbiamo migliorare, questo è evidente. Abbiamo costruito qualche buona situazione, dobbiamo migliorare, appunto, la manovra. Però bisogna fare i complimenti alla Pro Patria, è stata un avversario molto ostico. È la squadra che ha subìto meno reti in questo campionato. Ma avremmo dovuto fare qualcosa di meglio, abbiamo concluso poco e ci è mancato un pizzico di cattiveria. Lavoreremo su questo”.

Alessandria che ha patito l’inferiorità numerica a centrocampo. “Avevamo tre attaccanti e qualcosina potevamo anche lasciare. Quando avremo un po’ di tempo per lavorare anche con i nuovi, piano piano dovremo cercare di raggiungere degli equilibri. Non mi sembra che la squadra abbia sofferto, nel secondo tempo abbiamo fatto un po’ meglio. Corazza ha mancato il tap-in per un soffio, ma il nostro portiere ha fatto una parata importante. La partita è stata combattuta, ma qualche situazione è sicuramente da migliorare”.

La manovra è lenta e la palla lunga prevale sul fraseggio. “Nelle prime partite avevamo il miglior fraseggio del campionato, ma abbiamo vinto poche gare. Poi siamo passati ad un calcio un po’ più asciutto ed essenziale ed abbiamo fatto un po’ di punti. Ora dobbiamo ricollocarci con la determinazione ed il ritmo che questa categoria richiede. Per esempio la Pro Patria è una squadra che sa ricompattassi, sa attaccare, sa difendere benissimo su palla frontale. Questo ci dice che dovremo migliorare nella gestione del pallone. Non dimentichiamo che oggi nella parte opposta alle panchine il campo era gelato ed era difficilissimo giocare da quella parte, per noi come per loro. Dubbio continuare a fare risultati e migliorare la manovra. Eravamo alla ripresa del nostro campionato e già c’è un’altra partita che incombe, tra Covid ed il resto abbiamo avuto momenti particolari. Dobbiamo cercare di rinserrare le fila, rimanere compatti, giocare meglio e vincere”.

Il tempo per migliorare, però, stringe... “Al di là della rimonta che è necessario fare, dobbiamo lavorare per crederci. Però, gara per gara, dobbiamo analizzare quello che è da migliorare. E sappiamo che tempo non ce n’è tanto. Mercoledì giocheremo e poi arriverà il mese di febbraio con i tanti turni infrasettimanali. La condizione atletica penso sia buona, serve migliorare qualche automatismo per sbloccare le gare e gestirle in maniera più qualitativa. Il tridente? Volevamo cercare di essere il più offensivo possibile, per giocarcela tre contro tre con la loro difesa”.

Gregucci ha poi parlato di Mustacchio, arrivato venerdì scorso in grigio. “Bisogna innanzitutto valutare la condizione del ragazzo. È un calciatore che ci consentirà di avere qualità anche sull’esterno, cosa della quale abbiamo bisogno. Abbiamo preso un calciatore di qualità”.

Bellodi ha giocato gli ultimi 15’ al rientro dall’infortunio. Minutaggio del quale disponeva anche Gazzi. “Avevano 10’-15’ minuti di autonomia, e se ne avessi avuto bisogno sicuramente avrei utilizzato anche Gazzi. Vengono da infortuni importanti, ma se li ho convocati significa che erano a disposizione”.