Angelo Gregucci: “Approccio sbagliato. Non siamo stati determinati”

08.10.2020 08:30 di Redazione GrigiOnLine   Vedi letture
Angelo Gregucci
Angelo Gregucci

L’Alessandria esce sconfitta da ‘Rigamonti-Ceppi’ ben oltre il punteggio finale (leggi anche Lecco-Alessandria 2-1, ai grigi non basta il forcing finale). Questa la lettura a caldo del tecnico dei grigi Angelo Gregucci, nella videoconferenza con la stampa al termine del match.

Dopo pochissimi minuti, al primo cross, siamo andati sotto. Agonisticamente Lecco ha meritato - ha immediatamente riconosciuto il mister - ha voluto la vittoria più di noi che non abbiamo avuto l’atteggiamento di una squadra che voleva fare risultato. Abbiamo concesso tantissimi errori tecnici, tantissime situazioni di gioco. L’approccio alla partita non è stato determinato”.

Per l’Alessandria era l’ennesimo impegno infrasettimanale in questo inizio stagione, ma per il tecnico questa non deve essere una scusa. “Anche se sono ravvicinati sono troppo poche le partite. Ribadisco che è stato sbagliato l’approccio alla gara. Non abbiamo risposto in maniera solida ala veemenza del Lecco, siamo stati troppo molli. Abbiamo fatto troppi errori di passaggio permettendo loro ripartenza in campo aperto, ci sono stati errori di posizionamento. Non è possibile prendere gol al primo cross. Non siamo stati sufficientemente determinati, al punto che non abbiamo vinto una seconda palla. In effetti, ragionandoci su, se non arrivi mai a prendere le seconde palle la condizione è da migliorare. Ma in questo momento ci sono le partite, non c’è tempo per migliorarla. Se abbiamo sbagliato tanto forse c’è anche un merito degli avversari, ma una squadra non può sbagliare tanto come abbiamo fatto noi”.

Bisogna ripartire immediatamente. “Giocheremo lunedì ed abbiamo anche un giorno in più per lavorare, ma al di là di questo bisogna essere più presenti sotto il profilo agonistico, sapevamo che c’erano tanti impegni. Perciò nella prossima partita dovremo avere un approccio completamente differente. In questo campionato se non metti determinazione ed intensità non te la cavi. Peggio che mai se poi manca anche la personalità. C’è un episodio che sintetizza la gara di stasera. Siamo rientrati in partita e 20 secondi dopo siamo rimasti in dieci. Non abbiamo avuto la lucidità di leggere la situazione. C’erano ancora sette minuti più recupero...”.

Meriti del Lecco e demeriti dell’Alessandria. “Sicuramente il Lecco ha giocato una gara gagliarda, che si è messa subito bene, ma noi avremmo dovuto mettere un po’ più di solidità in campo. Non siamo riusciti a riconoscere cose semplici”.

In chiusura, però, il tecnico non è riuscito a trovare una spiegazione a quanto accaduto. “È la prima volta che vedo la mia squadra - si è limitato ad ammettere Gregucci - approcciare così una gara, è la prima volta che vedo un avversario che, a sensazione, ha avuto una volontà più forte di noi di andare a vincere una partita”.