Andrea Cambiaso: “Col Novara è un derby, in campo con voglia di vincere”

01.11.2019 09:30 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Andrea Cambiaso
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
Andrea Cambiaso

Nel consueto appuntamento del giovedì con 'L’Orso in Campo', trasmissione radiofonica di Museo Grigio diffusa da RVS, Andrea Cambiaso, esterno dell’Alessandria, ha cominciato il suo intervento ripercorrendo le sue esperienze.

Sono cresciuto nel Genoa, dove ho fatto tutto il settore giovanile, poi ci sono stati i due prestiti in serie D con Albisola e Savona. Poi sono arrivato qua, dove si sta facendo molto bene come squadra. Sono molto contento”.

Inevitabile, poi, un riferimento alle recenti uscite dell’Alessandria, troppo spesso rimontata. “Purtroppo nelle ultime partite siamo andati in vantaggio, anche giocando bene, e poi nel secondo tempo purtroppo siamo stati ripresi, anche per situazioni un po’ anomale. Come domenica scorsa quando ci sono state situazioni che anche il mister ha definito black-out. Dobbiamo, però, continuare a giocare bene tornando al livello di attenzione delle cinque partite nelle quali no abbiamo preso gol. Un momento di difficoltà ci può stare, ne abbiamo parlato in settimana con il mister, il direttore e tutto lo staff. Già da domani con il Novara, che è un derby molto sentito qua, sicuramente proveremo a mettere in pratica i correttivi che servono”.

Il giovane calciatore ha poi parlato del suo ruolo. “Io ho ricoperto il ruolo di mezzala e di terzino sia destra che a sinistra. Ora il mister mi sta utilizzando maggiormente a destra, ma sono a disposizione e cerco di fare il meglio in ogni posizione”.

In chiusura Cambiaso si è proiettato sul derby con il Novara che si giocherà domani sera la ‘Moccagatta’. “Sicuramente non mancheranno l’impegno, la dedizione e la voglia di vincere che, comunque, c’è sempre stata nella squadra. Entreremo in campo con la solita voglia di vincere, soprattutto perché si tratta di un derby. Oltre all’importanza della partita noi veniamo da risultati negativi ed abbiamo voglia di rifarci. Giocheremo in casa e dovremo entrare in campo cattivi, per vincere la partita”.