Andrea Bocchio: “Situazione meteo condiziona un po’ tutte le squadre”

04.03.2018 10:00 di Fabrizio Pozzi  articolo letto 237 volte
Andrea Bocchio: “Situazione meteo condiziona un po’ tutte le squadre”

La neve, caduta abbondante ancora nella mattinata di ieri, oltre ad aver determinato il rinvio della gara con l’Arzachena sta inevitabilmente condizionando la preparazione dell’Alessandria in vista della semifinale di ritorno di Coppa Italia Serie C in programma martedì a Pontedera. I grigi si stanno allenando presso il Centogrigio Sport Village, struttura dotata di campi in sintetico, anche coperti, ed il prof. Andrea Bocchio, preparatore atletico dell’Alessandria, ha fatto il punto della situazione al termine dell’allenamento odierno.

In questi giorni abbiamo dovuto cercare di salvare il salvabile, fortunatamente questo centro ha un campo da calcetto molto ampio e così siamo riusciti a perseguire i nostri obiettivi settimanali. Non avendo giocato ieri, per noi era come fosse giovedì, quindi siamo in qualche modo riusciti a fare la fase di gioco. Comunque penso che molte squadre siano nelle nostre stesse condizioni. Con neve e gelo più o meno tutti sono stati costretti ad allenarsi sul sintetico”.

Il rinvio del match con l’Arzachena costringerà i grigi ad un calendario fitto di impegni. “Un po’ spaventa, perché fra marzo ed aprile potremmo giocare sempre due volte alla settimana, con un’unica pausa a Pasqua. A quel punto dovrà essere bravo il mister a ruotare tutti i giocatori a disposizione. Tutti hanno qualità, comunque, penso non ci saranno problemi. Noi abbiamo lavorato senza caricare troppo per non risentire del cambio di superficie. Mi pare che la squadra abbia reagito bene senza postumi”.

Il prof. Bocchio si occupa anche del recupero degli infortunati, quindi ha condiviso gli ultimi mesi di lavoro con il capitano Cazzola, lontano dai campi da dicembre. “Ha un piccolo problema che gli impedisce di correre. È un’infiammazione che, come spesso capita, fatica a passare. Perciò abbiamo dovuto rallentare un po’, in questo momento sta lavorando in uno studio di Bergamo dove farà terapia e piscina per smaltire l’infiammazione e fare sì che sia pronto a ricominciare”.

Nelle settimane scorse anche Marconi ha accusato qualche fastidio. “Il suo è stato un problema articolare con il quale, purtroppo, deve cercare di convivere. Nelle ultime settimane ha alternato momenti nei quali stava benissimo ad altri nei quali ci sono state piccole ricadute. Gli ultimi giorni sono andati decisamente meglio e questo fa ben sperare nonostante sul sintetico impatti, torsoini e cambi di direzioni siano più importanti”.

Il prof. Bocchio ha concluso parlando del programma di lavoro che condurrà alla gara con il Pontedera. “Oggi, sperando che la neve ci dia una tregua, ci alleneremo al pomeriggio per permettere che il campo sia spalato. Faremo una classica rifinitura con parte tattica e palle inattive mentre domani mattina chiuderemo la settimana sul sintetico, che poi è anche il terreno che troveremo a Pontedera. Vedremo, al nostro ritorno a Spinetta quali saranno le condizioni dei campi in erba. Ma ci penseremo dopo la partita di Pontedera…